Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:50 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ferrero perde le staffe in tv: il vaffa rivolto a Panatta

Cultura venerdì 08 ottobre 2021 ore 17:30

I musei pisani fanno rete

Il Museo delle Navi Antiche

Sono anni che se ne parla ma adesso qualcosa si muove. Pronta l'intesa fra Comune, Università, Primaziale, Soprintendenza, Mibact e Palazzo Blu



PISA — Sta per nascere Ppm - Pisa Percorsi Museali, la rete fra i musei pisani che vedrà coinvolti il Comune di Pisa (per la Chiesa di Santa Maria della Spina), la Direzione Regionale Musei della Toscana - Ministero della Cultura (per i Musei nazionali di Palazzo Reale e di San Matteo), la Fondazione Pisa (per Palazzo Blu), l’Opera della Primaziale Pisana (per i Musei delle Sinopie, dell’Opera della Primaziale e del Camposanto monumentale), la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Pisa (per il Museo delle Navi Antiche) e il Sistema Museale d’Ateneo dell’Università di Pisa (per i Musei della Grafica e degli strumenti per il calcolo).

La giunta comunale ha approvato in questi giorni il protocollo d'intesa, ricordando che "è necessario, in questa fase che vede la progressiva trasformazione del museo in senso digitale,  avviare una sperimentazione di strumenti multimediali, di realtà immersive, di applicazioni interattive che possano prefigurare un diverso rapporto esperienziale con le opere dei musei e la loro storia".

"Tale sperimentazione - è stato sottolineato - coinvolge in un filo strategico unitario e condiviso la ricca costellazione museale che caratterizza la città di Pisa, dai Musei statali che si distribuiscono lungo il percorso dei Lungarni".

"Il primo passaggio di questo progetto - si legge nella bozza del protocollo d'intesa - è la creazione di una connessione di rete che possa diffondere la conoscenza della specifica missione delle singole istituzioni museale e offrire agli utenti gli  strumenti per programmare e pianificare i tempi di visita del diffuso patrimonio storico, artistico e scientifico distribuito nella città di Pisa. In prima istanza il progetto intende trasformare la piattaforma di Pisa2022 (il cantiere virtuale della candidatura) in un aggregatore di contenuti che sfrutti il web come contenitore al quale al si possa accedere sia da remoto che da apposite postazioni multimediali".

"L’idea guida del progetto - si legge ancora - è quella di sperimentare in questo laboratorio di multimedialità applicata alla rete dei musei cittadini una doppia modalità: all’esigenza di esperire l’arte da una distanza sempre più ravvicinata, al desiderio della contemplazione si coniuga la possibilità di una simulazione esperienziale dove i confini tra immaterialità della rappresentazione e materialità dell’oggetto sono ormai assai labili".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità