Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prima della Scala, standing ovation per Mattarella

Cultura sabato 18 luglio 2015 ore 06:30

Il "bestiario" di Roberto Barbuti

​Il Museo di storia naturale ospita dal 21 luglio le opere dello scultore realizzate con una tecnica antichissima di lavorazione dell'argilla



CALCI — Il Museo di storia naturale ospita dal 21 luglio la mostra Bestiario. Si tratta di opere che, come suggerisce il nome stesso, rappresentano animali.

Senza pretesa di realismo, quanto piuttosto valorizzando e accentuando la carica espressiva insita nelle loro forme, la mostra racchiude una serie di opere di Roberto Barbuti realizzate con la tecnica del colombino, metodo antichissimo, certamente pre-cristiano, di lavorazione dell’argilla che consiste nell’arrotolarla manualmente in lunghi fili, che poi vengono montati uno sull’altro per modellare una sagoma con estrema precisione.

Roberto Barbuti, direttore del museo, è infatti anche cultore autodidatta della tecnica del colombino fin dagli anni ’90, ed è giunto a essere, grazie alle sue opere, tra i finalisti del premio Aarte 1998 della rivista Arte Mondadori.

“Bestiario” sarà inaugurata il 21 luglio alle 18, e rimarrà visibile fino al 6 settembre


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il celebre cantautore romano e le sue canzoni accompagneranno la città della Torre verso il 2022. Concerto in piazza dei Cavalieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità