QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°26° 
Domani 21°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 19 giugno 2019

Politica lunedì 03 aprile 2017 ore 14:30

In provincia di Pisa vince Renzi

Il segretario provinciale del Pd Massimiliano Sonetti

Nel voto degli 86 circoli del Pd dislocati sull'intero territorio provinciale la mozione Renzi ottiene il 58 per cento contro il 40 di Orlando



PISA — Nella provincia di Pisa la prima tappa per la corsa a segretario del Pd la vince Matteo Renzi, confermando la tendenza nazionale che lo vede in netto vantaggio su Andrea Orlando e Michele Emiliano.

Il dato generale finale vede l'ex premier a 1765 voti (58,46%), Orlando 1216 (40,28%), Emiliano 38 (1,26%).

Disaggregando i dati per aree geografiche, Renzi ha fatto man bassa in Valdicecina e nel Cuoio, ha vinto senza stravincere a Pisa e ha addirittura perso a Pontedera.

Ecco i dati di alcuni tra i comuni più importanti del territorio:

A Pisa Renzi 56%, Orlando 42%, Emiliano 2%. A Cascina 51% Renzi e 46% Orlando, a San Giuliano 60% a Renzi e 37 a Orlando.

Record di voti per il segretario uscente a Volterra ( 79%), a San Miniato ( 73%) e Santa Croce ( 65%), sostanziale pareggio tra Orlando e Renzi a Ponsacco, ma è a Pontedera che c'è il ribaltamento con il ministro della giustizia davanti all'ex premier per una percentuale sorprendente di 58% per Orlando e 41% per Renzi, con 4 circoli su 5 che hanno visto prevalere il guardasigilli ( A Fuori dal Ponte addirittura col 71%).

Un dato che è stato commentato anche dal segretario provinciale ( renziano e pontederese ) Massimiliano Sonetti:"Vero che Pontedera è andata controcorrente ( nello stesso circolo del centro cittadino Orlando ha vinto per un voto ndr ), ma c'è stata una sorpresa nel circolo della Rotta dove invece ha vinto Renzi".

"Detto questo c'è da registrare una altissima affluenza degli iscritti al partito al voto, pari al 60 per cento" - ha aggiunto Sonetti - 

"Molti i circoli coinvolti e grande l'entusiasmo nell'espressione della propria opinione verso le tre mozioni congressuali. Si è trattato di un importante momento di partecipazione per i nostri militanti che hanno contribuito a rendere vivo il nostro partito. Solo un soggetto politico così grande e plurale può realizzare questo.

Noi non siamo partito azienda e non ci basta un clic per fare una scelta politica, ma siamo un partito fatto di donne e uomini democratici. Adesso ci aspettano altri passaggi che ci traghetteranno all'importante appuntamento delle primarie del 30 aprile. Lì uscirà un segretario e sarà il momento di ripartire con unità e serietà".

"Le polemiche sugli iscritti in aumento soprattutto a Pisa? Non c'è stata nessuna contestazione - replica Sonetti - e tutti le tessere sono certificate, dunque tutto regolare"

Intanto si fanno sentire anche i referenti sul territorio per i candidati alla segreteria nazionale.

"Le premesse sono ottime – ha commentato Alessandra Nardini, coordinatrice provinciale della mozione Orlando – siamo soddisfatti per i dati comunali e provinciali, superiori sia a quelli regionali che a quelli nazionali. Ora il nostro impegno per recuperare lo svantaggio, soprattutto a livello nazionale, sarà massimo. Inizieremo fin da subito, con tante iniziative sul territorio".

"A Pisa città – aggiunge Alessandra Mazziotti, coordinatrice comunale della mozione Orlando – la prima fase congressuale si rivela una bella prova di impegno, di fiducia e di prospettiva della mozione Orlando, che ci consegna un risultato al di sopra di ogni previsione".

“I 1754 voti ricevuti, pari al 58.3% dei voti validi sono un risultato per noi al di sopra di ogni aspettativa. Nel 2013 la mozione Renzi ne ricevette 1284, pari al 39.2%. Significa dunque che 500 iscritti in più, a parità quasi di votanti, hanno sostenuto la nostra mozione per di più in un contesto come quello pisano dove la maggioranza dei dirigenti ha sostenuto Andrea Orlando”, ha detto Ranieri Bizzarri, coordinatore della mozione Renzi - Martina.

"Per quanto riguarda il dato di Pontedera contiamo di ottenere un risultato migliore e ribaltare i rapporti di forza nelle primarie del 30 aprile”.

“A Pisa, città storicamente poco vicina alle posizioni di Renzi e in cui sia il sindaco e presidente della Provincia sia gran parte della Giunta si sono schierati con Andrea Orlando, ha visto la netta affermazione della nostra mozione anche in tre circoli altamente simbolici e dove nel 2013 era minoranza: boom nel circolo di Pisa Centro dove la mozione Renzi-Martina ha ricevuto l’80.2% dei consensi”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Cultura