Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA11°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Attualità giovedì 04 febbraio 2021 ore 10:00

"Lungomare pedonale solo dopo la riqualificazione"

Il lungomare di Marina di Pisa

Prosegue il confronto sul futuro di Marina di Pisa. Nelle scorse ore un incontro fra amministrazione comunale e Confesercenti



PISA — La riqualificazione di Marina di Pisa e la pedonalizzazione della litoranea via Repubblica Pisana sono stati al centro di un incontro in videoconferenza fra amministrazione comunale - rappresentata dagli assessori Massimo Dringoli, Paolo Pesciatini e Raffaela Latrofa - e Confesercenti Toscana Nord. Per Confesercenti erano presenti all'incontro Alessandro Cordoni, rappresentante del litorale pisano, e Simone Romoli, responsabile dell'area pisana, con l'aggiunta della presidente del Ccn di Marina, Simona Rindi.

“La chiusura al traffico veicolare per il lungomare di Marina - hanno fatto sapere dall'associazione di categoria al termine dell'incontro - dovrà essere l’obiettivo a lungo termine sul quale lavorare. Ma solo dopo il completamento degli interventi di riqualificazione, e soprattutto dopo la messa in sicurezza dell’abitato sempre più messo a rischio da erosione costiera e frequenti mareggiate. Senza queste basi, ipotizzare di chiudere è pura fantascienza”. 

“Che la riqualificazione del lungomare sia la strada maestra per giungere ad una sua pedonalizzazione – hanno commentato Cordoni e Rindi – non lo abbiamo mai messo in discussione. Abbiamo convenuto con l’assessore Latrofa sull’idea di un lungomare che dovrà essere una promenade con affaccio diretto sul mare, così come abbiamo sposato l’idea dell’assessore Dringoli di pensare ad esempio ad alberature lato marciapiede per rendere fruibile il passeggio nelle ore calde. Ora come ora, proprio nelle ore calde, pensare di chiudere il lungomare si è già rivelato un clamoroso errore. Non a caso lo stesso assessore Dringoli insieme al sindaco Conti hanno modificato due volte le ordinanze di chiusura proprio dopo un sopralluogo”. 

Confesercenti Toscana Nord lega la riqualificazione al passaggio ormai vitale di una lotta definitiva all’erosione. “Gli eventi delle ultime settimane – così Cordoni e Rindi in proposito – hanno dimostrato come il lungomare, ma purtroppo anche le sue strade adiacenti e la parallela Via Moriconi, siano in balia del mare. La lotta all’erosione dovrà essere la priorità. Una volta messo in sicurezza, assumerà un significato diverso anche la riqualificazione. Partendo magari dal progetto delle pedane di legno sugli scogli, realizzato dalla nostra associazione, che aveva già superato il vaglio della precedente amministrazione e della Sovrintendenza”. 

In conclusione è stato chiesto agli assessori Dringoli e Latrofa un'attenta valutazione sulla viabilità rispetto al cantiere aperto per la riqualificazione di piazza Gorgona. “Progetto che in questo momento non può prevedere la chiusura al traffico del lungomare proprio all’altezza della piazza – ha osservato Romoli – con deviazione sulla parallela via Moriconi e rientro sul lungomare. Una tale conformazione viaria penalizzerebbe irrimediabilmente le attività commerciali nel tratto seguente la piazza, di fatto tagliate fuori dal flusso delle auto”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Politica

Attualità

Sport