Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:PISA16°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, c'è una novità e un solo vincitore: ora è il tempo della responsabilità

Attualità domenica 24 aprile 2022 ore 15:04

Il 25 Aprile dedicato a Giorgio Vecchiani

La città celebra il 77esimo anniversario della Liberazione nel ricordo dello storico presidente dell'Anpi scomparso nel 2015



PISA — Tutto pronto per le celebrazioni del 25 Aprile. Pisa dedica la cerimonia commemorativa del 77esimo anniversario della Liberazione a Giorgio Vecchiani, presidente dell'Anpi, consigliere provinciale e assessore comunale a Pisa scomparso nel 2015.

La giornata, organizzata dal Comune di Pisa insieme alla Provincia di Pisa, alla Prefettura e alla sezione Anpi di Pisa, inizierà alle 9,30 in piazza Caduti di Cefalonia e Corfù con la deposizione di una corona di alloro al monumento della Divisione Acqui (a cura del Comune di Pisa e dell'associazione nazionale Divisione AcquiPisa). Alle 10 nella Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria si svolgeranno la Santa Messa e la preghiera con la deposizione di una corona di alloro alla Cappella dei caduti (a cura della Prefettura di Pisa).

Alle 11,15 appuntamento in piazza XX Settembre con la deposizione di una corona di alloro alla lapide dei caduti (a cura del Comune di Pisa e Comitato Provinciale di Anpi), e a seguire (alle 11,30), sempre in piazza XX Settembre, si svolgerà la cerimonia istituzionale per la celebrazione del 77esimo anniversario della Liberazione.

Sono previsti gli interventi del sindaco di Pisa Michele Conti, del prefetto Maria Luisa D’Alessandro, del presidente della Provincia Massimiliano Angori e del presidente Anpi provinciale Bruno Possenti. Il programma continuerà alle 12 in via del Carmine 10, con la svelatura della lapide commemorativa di Alfredo Serani. Alle 18.30, in Logge dei Banchi, il concerto a cura della Filarmonica Pisana.

A San Giuliano Terme le celebrazioni della giornata tornano in presenza al sacrario della Romagna ed eventi anche a Pontasserchio, Asciano e Campo. Corone d'alloro in tutti i luoghi simbolo

Quattro le iniziative nel territorio comunale. La prima avrà luogo al sacrario della Romagna, sopra Molina di Quosa, dove i ragazzi delle classi quinte delle scuole primarie potranno presentare di persona, insieme agli insegnanti, i propri elaborati per la fase finale del Progetto Memoria, organizzato e portato avanti dai Teatri della Resistenza (con Dario Focardi e Alessandro Colombini) in collaborazione con il Comune di San Giuliano Terme. Appuntamento alle 9.30 con gli interventi istituzionali dell'amministrazione comunale, dell'Anpi di San Giuliano Terme e dell'Azione Cattolica di Pisa (comitato interparrocchiale della Valdiserchio), con la partecipazione della Filarmonica Sangiulianese. A seguire, i contributi dei testimoni del tempo che hanno portato la loro testimonianza nelle scuole: Rolando Guerriero, Giorgio Di Lisi e Franca Roventini. È prevista la diretta sulla pagina Facebook del Comune di San Giuliano Terme.

Il secondo appuntamento è al Parco della Rimembranza di via Buozzi a Pontasserchio con la Filarmonica Sangiulianese e un breve corteo con partenza dal Teatro Rossini. Anche in questo caso è prevista la deposizione di una corona d'alloro. Il terzo evento è in programma ad Asciano, in via Barachini, dove alle 10 sarà svelato un medaglione in memoria di Giuseppe Mazzini posto sulla facciata dell'ex Casa del Popolo. Interverranno i consiglieri comiunali Giuseppina Lotti e Alberto Martini, il direttore della Domus Mazziniana di Pisa Pietro Finelli, Sondra Cerrai e Cristiana Torti del Progetto Memoria Casa del Popolo e alunni e insegnanti della scuola Licia Rosati. Previsto un intervento musicale di Simona Cerrai. Delle corone d'alloro saranno deposte al monumento alla Resistenza e al Cisternone.

La quarta iniziativa, sempre patrocinata dal Comune di San Giuliano Terme, avrà luogo nella frazione di Campo. Ritrovo alle 10,30 al circolo Arci e la deposizione di due corone d'alloro alla lapide per i caduti alla scuola Nazario Sauro e al ceppo dei partigiani in via Simonelli. Insieme all'amministrazione comunale, rappresentata dall'assessore Matteo Cecchelli, parteciperà anche il parroco don Luca Facchini. L'iniziativa si chiuderà con il tradizionale pranzo all'aperto (per maggiori informazioni, consultare la pagina Facebook della Casa del Popolo di Campo).
Anche quest'anno, e come da tradizione, l'amministrazione comunale deporrà nei luoghi simbolo della Resistenza una corona d'alloro. Ecco un riepilogo dei luoghi: Piazza Gramsci a San Giuliano Terme (monumento ai caduti); Molina di Quosa, targa al presidente Sandro Pertini all'inizio della strada Panoramica; Asciano, una al Cisternone, una in via Barachini e una al Parco del Partigiano "Uliano Martini"; Campo, via Simonelli e circolo Arci; Pontasserchio, Parco della Rimembranza di via Buozzi e circolo Arci di via Vittorio Veneto; Colignola, alla chiesa parrocchiale; Arena Metato, in piazza del Popolo; Mezzana, in piazza XXV Aprile; Ghezzano, all'incrocio tra via Calcesana e via Selmi, il "curvone"; Gello, circolo Arci di via Matteotti. Per finire, ovviamente, anche al sacrario della Romagna sopra Molina di Quosa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lutto per la scomparsa di Anna Di Milia Tongiorgi, Cavaliere della Repubblica Italiana e fino al 2021 presidente dell’associazione Non più Sola
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Cronaca

Cronaca