comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:16 METEO:PISA16°18°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 ottobre 2020
corriere tv
Coprifuoco, il virologo Fabrizio Pregliasco: «Andrebbe fatto dall'ora dell'aperitivo»

Attualità venerdì 25 settembre 2020 ore 13:00

Bonus anziani, ultimi giorni per le richieste

Finora sono state presentate 248 domande alla Società della salute zona pisana. Previsto un contributo di 200 euro al mese per un massimo di 12 rate



PISA — Ultimi giorni per presentare richiesta del “Bonus Anziani 2020”, la misura decisa dal Comune di Pisa e affidata alla gestione della Società della Salute della Zona Pisana che prevede un contributo di 200 euro al mese per gli ultra 65enni invalidi al 100% o portatori di handicap ai sensi della legge 104/92 residenti nel territorio comunale. Sono 248 le domande arrivate sinora, ma c’è ancora un po’ di tempo dato che l’ultimo giorno utile per la consegna della documentazione è mercoledì 30 settembre.

Possono presentare domanda gli anziani “over 65” invalidi al 100% o portatori di handicap ai sensi della legge 104/92 residenti nel Comune di Pisa da almeno cinque anni (è consentita la presentazione di una sola domanda per nucleo) con Isee ordinario in corso di validità pari o inferiore a 30mila euro. Il modulo di domanda, scaricabile in versione editabile da www.comune.pisa.it e www.sds.zonapisana.it, dovrà essere compilato e corredato di copia del documento d’identità (e del permesso di soggiorno CE di lungo periodo per i cittadini non comunitari), documentazione attestante la disabilità (ex art.3 l.104/92) o il verbale d’invalidità al 100%, l’Isee in corso di validità e estratto del codice Iban. Tutta la documentazione deve essere inviata per mail a bonusanziani@comune.pisa.it.

L’erogazione del buono sarà effettuata in soluzioni mensili di 200 euro per un massimo di 12 rate e Il primo versamento comprenderà anche le mensilità arretrate a partire dalla data di maturazione del buono (nel caso il beneficiario abbia compiuto il 65esimo compleanno nel 2020) e comunque non potrà essere antecedente al gennaio 2020.

“Già prima dell’emergenza Covid-19 avevamo sollecitato la Regione a prevedere interventi più sostanziosi di sostegno alla domiciliarità per aiutare le famiglie che accudiscono un anziano non autosufficiente, una necessità che è diventata ineludibile con la pandemia – ha spiegato la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini, che è anche assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa -: così abbiamo deciso di dare l’esempio e venire incontro in prima persona al bisogno di tante famiglie, dedicando a questa misura circa 420mila euro, oltre la metà dei 744mila che, come amministrazione comunale, destiniamo ogni anno alla SdS per l’assistenza domiciliare. I 324mila restanti, invece, saranno destinati a finanziare il servizio di assistenza domiciliare integrata diretta sempre per i cittadini pisani che ne hanno bisogno. Con questa scelta, come Comune di Pisa, vogliamo invitare gli altri comuni della Zona a fare altrettanto, impegnandosi direttamente nell’assistenza domiciliare degli anziani che vivono nei loro territori”

Tutta la documentazione è pubblicata sui siti www.sds.zonapisana.it e www.comune.pisa.it. Informazioni e chiarimenti possono essere chiesti allo 050.954037/954032 il lunedì e il venerdì mattina dalle 10 alle 12 oppure scrivendo a lucina.trebbi@uslnordovest.toscana.it.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca