QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°22° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 17 luglio 2019

Attualità martedì 11 dicembre 2018 ore 17:21

Corte Sanac, sopralluogo all'ex Vitarelli

Presenti Comune, forze dell'ordine, Confcommercio e Confesercenti. Grassini: "Le azioni in corso confermano la volontà di risolvere il problema"



PISA — Sopralluogo congiunto questa mattina alla Corte Sanac a Porta a Mare in seguito all’incontro del novembre scorso del comitato per l'ordine e la sicurezza, coordinato dalla prefettura. Insieme al viceprefetto vicario reggente Valerio Massimo Romeo, ai vertici delle forze dell’ordine e delle associazioni di categoria Federica Grassini (Confcommercio) e Simone Romoli (Confesercenti), era presente l’assessore alla sicurezza del Comune di Pisa, Giovanna Bonanno.

"L’incontro -precisa il Comune - ha permesso una verifica puntuale dei tempi prospettati per l’installazione nella galleria commerciale di impianti di videosorveglianza collegati alle centrali operative delle forze dell'ordine e della polizia municipale. Sia la parte privata, proprietaria dell’area, che l’amministrazione comunale, per quanto di competenza, stanno predisponendo tutti gli atti necessari".

"Gli uffici tecnici - ha detto l’assessore Giovanna Bonanno - stanno anche lavorando alla redazione dell’ordinanza per consentire l’esecuzione dei lavori urgenti per la rimozione della copertura al complesso della ex Vitarelli, così da consentire la messa in sicurezza dell’intero edificio e contribuire a contrastare le attività di microcriminalità subìte dalle attività economiche e commerciali dell’area".

Il responsabile della proprietà dello stabile ha comunicato che nella parte sud dello stesso sono stati tamponati gli ingressi a raso ed è stata recintata con filo spinato l’area circostante.

 “Chiusa l'epoca dei tavoli inutili, speriamo che questi sopralluoghi operativi servano a risolvere i problemi -ha detto la presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Federica Grassini -Ci sono delle azioni in corso da parte di forze dell'ordine e amministrazione comunale che confermano una chiara volontà di risolvere il problema. Un problema che persiste in tutta la sua gravità, con gente che vive, bivacca, consuma e spaccia all'interno dell'ex fabbrica e che costituiscono una piaga quotidiana per Corte Sanac”.

“Il percorso di bonifica delineato dalle autorità è chiaro, occorre adesso che il problema sia risolto alla radice e che i tempi siano consoni alle aspettative di commercianti, imprenditori e professionisti che lavorano in Galleria Sanac - ha aggiunto la presidente Grassini - Gli interventi in programma messi in cantiere da prefettura e comune prevedono nell'immediato lo smantellamento del tetto, premessa fondamentale per uno sgombero successivo. Per la sicurezza dell'area sarà importante anche la messa in rete di un efficace sistema di telecamere che sia possibile collegare direttamente con la Centrale operativa della Questura e un contestuale coordinamento con lo stesso servizio di vigilanza privata della Sanac”.

“Il sopralluogo ha visto due fronti di intervento – ha detto Simone Romoli, responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord-. Il primo è quello dell’immediata messa in sicurezza della Corte dalle scorribande dei balordi che ancora popolano l’ex Vitarelli. La proprietà ha già avviato i primi interventi per la messa in sicurezza dell’area (ad esempio filo spinato sulla recinzione) e con il viceprefetto abbiamo convenuto sulla necessità immediata di rendere più difficile la vita al via vai di questi balordi magari chiudendo il cancello di accesso al retro del parcheggio del supermercato se possibile”. Per Confesercenti Toscana Nord è necessario fare squadra. “Dopo i primi furti dei mesi scorsi, che tra l’altro hanno coinvolto anche la nostra sede, ci siamo subito attivati – conclude Romoli -. Innanzitutto abbiamo chiesto all’amministratrice del condominio di Corte Sanac una riunione straordinaria in cui potessero partecipare anche le associazioni di categoria per concordare un piano di azione. L’ipotesi videosorveglianza era infatti la principale e quindi apprezziamo l’intervento in tal senso del Comune, ma anche altre sono state messe sul tavolo. Poi abbiamo raccolto l’invito del questore Paolo Rossi di metterci a disposizione per un servizio di controllo di vicinato indicando i nomi dei nostri referenti anche per Porta a Mare”. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità