QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 23 febbraio 2019

Attualità martedì 20 novembre 2018 ore 17:00

Festa della Toscana con le scuole al centro

Da sinistra: Enzo De Martino, Alessandro Bargagna, Riccardo Buscemi, Alessandro Gennai, Valeria Raglianti, Susanna Caponi

Due giorni di celebrazioni in occasione del 232esimo anniversario dell'abolizione della pena di morte in Toscana. Presente anche Antonio Tajani



PISA — Con un atto firmato a Pisa il 30 novembre 1786 il Granduca Pietro Leopoldo fece del Granducato di Toscana il primo Stato al mondo ad aver abolito la pena di morte e la tortura. Quel giorno è diventato, nel 2000 la festa della Toscana. 

A Pisa, le celebrazioni vedranno protagoniste le scuole. Due le location: La stazione Leopolda e il Palazzo Reale, luogo, quest'ultimo, in cui il Granduca promulgò il Codice Leopoldino, atto che lo consacrò come esempio di sovrano illuminato.

Hanno presentato il programma il presidente del consiglio comunale Alessandro Gennai, il vicepresidente Riccardo Buscemi, Valeria Raglianti dell'ufficio scolastico provinciale, e Susanna Caponi e Enzo De Martino della direzione del Consiglio Comunale. Presente anche il capogruppo in consiglio comunale della Lega Alessandro Bargagna, che ha sottolineato l'importanza dell'evento, definendolo "Un'iniziativa che fa bene alla cittadinanza".

I festeggiamenti inizieranno il 29 novembre alle 10, con un consiglio comunale aperto alle scuole, che si svolgerà alla stazione Leopolda. Hanno aderito, al momento gli istituti comprensivi Toniolo e Fucini e l'istituto di biotecnologie sanitarie Santoni, che parteciperanno ognuno con due classi. Saranno inoltre presente l'orchestra del liceo musicale Giosuè Carducci, composta da 106 studenti, e i rappresentanti della Consulta degli studenti.

Nel corso della mattinata si terrà una relazione storica del professor Alessandro Tosi, un intervento a cura di un docente del liceo musicale su "La musica ai tempi di Pietro Leopoldo", una sottolineatura vernacolare di Lorenzo Gremigni e la testimonianza di una eccellenza pisana, il cui nome non è ancora stato rivelato.

Insieme al sindaco di Pisa Michele Conti e al presidente della Provincia Massimiliano Angori, prenderà parte all'iniziativa anche il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

Le celebrazioni proseguiranno il 30 novembre a Palazzo Reale: dalle 15 alle 16,45 visite guidate lungo il percorso museale con step musicali degli studenti del liceo Carducci, dando così spazio, come ha sottolineato Gennai "All'eccezionale binomio arte-musica".

Alle 17 il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, incontrerà a Palazzo reale i parlamentari e gli amministratori della Provincia di Pisa e le autorità religiose, civili e militari.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Lavoro