Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:PISA17°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 20 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pallavolo maschile, l'Italia è campione d'Europa: il punto decisivo e l'esultanza

Attualità lunedì 30 marzo 2020 ore 17:05

"Già sei contagi fra i dipendenti di Poste"

Allarme lanciato dal sindacato Slc-Cgil per la provincia di Pisa. Che chiede più sicurezza e cita gli uffici di litorale, zona Cuoio e Valdicecina



PISA — "Purtroppo gli operatori postali stanno pagando un prezzo elevato, contando già 4 vittime nelle zone rosse del Nord Italia e ad oggi ben 6 casi di positività al virus anche nella nostra provincia - scrive Massimo Basilei, responsabile pisano di Slc-Cgil -; ciò per noi è inaccettabile per due motivi: primo, perché la salute e la vita di chi lavora deve essere il primo obiettivo “essenziale”; secondo, perché l’eventuale contagio di un lavoratore o di una lavoratrice di Poste, ha un effetto moltiplicatore devastante anche per l’utenza che, in buona parte, è composta da persone anziane notoriamente più a rischio di altri".

"Riteniamo che tutti i servizi garantiti fino ad ora non siano poi cosi' “essenziali” (bollettini in scdeza a fine aprile, richieste di un semplice estratto conto, ecc) - segnala Basilei -, ciò ha provocato in tutti gli uffici postali del territorio pisano, lunghe code di utenti e disagi".

Il sindacato chiede a Poste Italiane maggiore sicurezza negli uffici postali e minaccia lo sciopero. "Nel rispetto del messaggio governativo “IO RESTO A CASA”, solleciteremo Poste a garantire la sicurezza e la riapertura, anche a giorni alterni, degli uffici territoriali, partendo da quelli, la cui chiusura, ha creato forti disagi ai pensionati e alla popolazione. Ci riferiamo in particolare agli uffici del litorale pisano alle località di Tirrenia e Marina di Pisa e alle zone limitrofe della provincia (Val di Cecina, zona del Cuoio ecc.). In presenza di una mancata e preconcettuale disponibilità da parte di Poste, a prendere in considerazione le nostre richieste ci vedremo costretti a ricorrere ad ogni forma di mobilitazione di cui disponiamo, fino a ricorrere allo strumento dello sciopero per la sacrosanta tutela della salute e della vita delle lavoratrici, dei lavoratori e della cittadinanza tutta

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Rotatoria tra la Strada Vicarese e via dei Condotti: le modifiche al traffico in vigore da lunedì 20, per permettere l'installazione del cantiere
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca