QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°19° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità sabato 27 agosto 2016 ore 12:02

Gravi disabilità, importanti contributi

Fino a mille euro al mese per l'assistenza a domicilio. “Sostegno importante per tante persone affette da patologie gravi e per i familiari"



PISA — Dalla Società della Salute della Zona Pisana un contributo economico mensile, di 700 o mille euro, per le persone affette da disabilità gravissima, ossia per i soggetti in condizione di dipendenza vitale, che necessitano di assistenza e monitoraggio continui a domicilio.

L’obiettivo del contributo, disponibile grazie a risorse provenienti dal Fondo nazionale per la non autosufficienza e le gravissime disabilità, assegnate dalla Regione Toscana alle Società della Salute del territorio, è quello di dare risposte eque ed omogenee al bisogno di assistenza domiciliare dei soggetti con disabilità gravissime. L’importo del contributo mensile erogato dipende dalla complessità assistenziale richiesta e può, ad esempio, consentire alle famiglie di assumere un "care giver" per il supporto alle necessità quotidiane del paziente.

“E’ un sostegno importante per la quotidianità di tante persone affette da patologie gravi e per i familiari che se ne prendono cura – ha sottolineato la Presidente della SdS della Zona Pisana Sandra Capuzzi -  anche quando si è alle prese con malattie altamente invalidanti spesso è possibile rimanere vicini all’affetto dei propri cari, opportunamente accompagnati e seguiti dai servizi territoriali. A Pisa e in Toscana stiamo cercando di farlo”.

Le domande dovranno pervenire entro il 31 dicembre 2016 e l’erogazione del contributo economico avverrà, previo esame dei requisiti da parte dell’Unità di Valutazione Multidisciplinare, sulla base dell’ordine cronologico di presentazione dell’istanza e delle risorse disponibili.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Politica