Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 31 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Pd, ecco come si è autodistrutto e chi sta con chi, nelle primarie

Contenuto Sponsorizzato martedì 24 gennaio 2023 ore 09:00

​I disturbi della circolazione sanguigna e linfatica

Come prevenirli o gestirli con i dispostivi a compressione graduata



PISA — Moltissime persone, in particolare i soggetti di sesso femminile (anche se gli uomini non ne sono esenti), soffrono di disturbi della circolazione sanguigna e linfatica (in particolare trombosi venosa profonda, vene varicose e linfedema).

Questi disturbi possono essere passeggeri, ma più spesso sono cronici, soprattutto nel caso di donne over 40; si tratta di condizioni patologiche, più o meno gravi, che possono avere cause diverse fra loro, ma che sono tutte caratterizzate da numerosi segni e sintomi comuni, molti dei quali piuttosto fastidiosi come pesantezza alle gambe, caviglie e piedi gonfi, dolore agli arti inferiori ecc. I disturbi della circolazione possono interessare anche gli arti superiori, ma questa eventualità è molto meno frequente.

La sintomatologia dei disturbi della circolazione sanguigna e linfatica tende a peggiorare nel corso dei mesi estivi, soprattutto nel caso di sedentarietà o di professioni che richiedono lo stazionamento continuo nella stazione eretta (due esempi su tutti: commessi e parrucchiere).

Calze, collant e leggings a compressione graduata: perché sono utili nei disturbi circolatori

Sono diverse le strategie che possono essere utilizzate per prevenire o gestire al meglio i disturbi della circolazione.

Un ruolo di notevole importanza, sia a livello preventivo che curativo, è quello dello stile di vita: una vita attiva, un regime alimentare equilibrato, l’astensione dal fumo, un consumo di alcolici non eccessivo, sono sicuramente di grandissimo aiuto.

Sono importanti, anche se spesso minimizzati, accorgimenti come quello di indossare scarpe comode che non abbiano un tacco troppo alto (la misura perfetta sarebbe 3 cm). Chi, per lavoro, staziona spesso in piedi nella stessa posizione dovrebbe prendersi ogni tanto qualche minuto per sgranchire le gambe e fare qualche esercizio ad hoc. È consigliabile anche evitare lunghissime esposizioni al sole nelle ore più calde dei mesi estivi.

Nel corso del riposo notturno, soprattutto coloro che avvertono i sintomi di cattiva circolazione in modo pesante, dovrebbero dormire con gli arti leggermente sollevati (è sufficiente mettere un cuscino sotto il materasso). Molto importante è poi l’igiene delle zone colpite; è un modo per prevenire sovrainfezioni batteriche.

Un grandissimo aiuto, che spesso molte persone sottovalutano, è quello di ricorrere a dispositivi a compressione graduata come per esempio il leggings micromassaggiante proposto da Solidea, un’azienda con un vasto catalogo di calze, collant, gambaletti, coprenti e no, che si caratterizzano per l’ottima vestibilità e la straordinaria eleganza.

Come noto, i dispositivi elastici che sfruttano il principio della compressione graduata agiscono in modo da praticare una pressione sugli arti inferiori che è massima alle caviglie e degrada progressivamente, man mano che si arriva al ginocchio (le calze) o alla coscia (è il caso dei collant).

La caratteristica dei prodotti Solidea è quella di proporre dispositivi medici che associano l’efficacia preventiva o terapeutica a un’indiscutibile eleganza. Molte donne, infatti, evitano di indossare le calze a compressione graduata perché “brutte a vedersi”. L’azienda di Castel Goffredo (provincia di Mantova) ha però eliminato questo problema perché tutti i suoi prodotti a compressione graduata sono alla moda, elegantissimi e realizzati con materiali di eccezionale qualità. Peraltro, trattandosi di dispositivi medici possono essere portati in detrazione in sede di dichiarazione dei redditi.

Nota – I dispositivi a compressione graduata non sono generalmente controindicati, se non in casi particolari come diabete e patologie arteriose. È sempre opportuno chiedere consiglio al proprio medico curante.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il mezzo è stato bloccato dalla polizia dopo un breve inseguimento. A bordo viaggiavano due uomini di 30 e 42 anni, finiti in manette
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca