QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°24° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 agosto 2019

Attualità mercoledì 26 giugno 2019 ore 12:57

Ids, sì all’avvio del tavolo di crisi

L’aula di palazzo del Pegaso ha approvato all’unanimità due mozioni, presentate dai consiglieri Pd e dal Movimento 5 stelle



PISA — E' alta l'attenzione sul futuro della Ids, Ingegneria dei Sistemi Spa, società attiva dal 1980 che impegna circa 400 lavoratori, la metà dei quali nella sede centrale di Montacchiello.

Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato all'unanimità due mozioni presentate rispettivamente dai consiglieri del Partito Democratico Antonio Mazzeo, Marco Niccolai, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni e dalla consigliera pentastellata Irene Galletti.

Il primo atto impegna la Giunta regionale ad attivare un tavolo di crisi, con tutti i soggetti interessati alla situazione occupazione della Ids, a partire dalle rappresentanze dei lavoratori, per comprendere quale sia l’attuale situazione dell’azienda e quali azioni la stessa intenda mettere in atto per tutelare gli attuali livelli occupazionali. La mozione, inoltre, impegna l’esecutivo ad attivare, contestualmente, il Governo – tramite il Ministero dello sviluppo economico – affinché segua la crisi aziendale, guardando ai lavoratori operanti nella sede di Pisa, così come a tutte le maestranze presenti nei siti produttivi italiani a Roma, Napoli e Catanzaro. Come sottolineato da Antonio Mazzeo (Pd), nel corso dell’illustrazione dell’atto, “I 200 dipendenti specializzati sono anche un vanto per il nostro territorio”.

La mozione della consigliera Galletti impegna la Giunta ad attivare urgentemente un tavolo di crisi regionale, con tutti i soggetti interessati, per indurre la dirigenza aziendale a presentare in tempi brevi un piano industriale che realisticamente porti ad una ristrutturazione aziendale e garantisca il mantenimento dei livelli occupazionali.

“Crediamo sia importante dare immediatamente vita al percorso di dialogo con tutti i soggetti interessati al fine di indurre la dirigenza aziendale della Ingegneria dei sistemi spa a presentare, in tempi brevi, un piano industriale. Si tratta – sottolinea Galletti – del primo passo necessario per garantire una reale ristrutturazione dell’azienda mantenendo inalterati i livelli occupazionali”.

Sono circa 400 i lavoratori della Ids: la metà di questi sono impiegati nella sede di Pisa. “Lunedì scorso – sottolinea Galletti – sono stata al presidio organizzato dai dipendenti. Ho parlato con loro e con la rappresentante sindacale. Si è trattato di un incontro utile a raccogliere ulteriori informazioni che ho poi girato, assieme a tutta la documentazione del caso, alla segreteria del Ministero dello Sviluppo economico”. Galletti conferma dunque il massimo sostegno al gruppo. “Non lasceremo intentata nessuna strada: l’obiettivo è riuscire a mettere al riparo da conseguenze irreversibili i dipendenti e l'azienda tutta. Ci sono scadenze imminenti che rappresentano un bivio importante per le sorti dell'azienda ed è essenziale unità di intenti per salvare il futuro dell'azienda”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca