Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:54 METEO:PISA17°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 02 aprile 2016 ore 18:00

Il segno della guerra sul Lungarno Galilei

Nel cuore del centro storico le macerie di un antico palazzo. Il comune di Pisa da tempo sta cercando di convincere il proprietario dell'area



PISA — Sono trascorsi più di 70 anni dalla fine della Seconda Guerra mondiale, ma ancora sono presenti a Pisa le tracce dei bombardamenti. Passeggiando sui Lungarni, a due passi dal Giardino Scotto, la continuità dei palazzi viene interrotta da un vuoto architettonico, occupato dai frammenti di mura di un edificio sventrato dalle bombe e dal dilagare della vegetazione incolta.

Si tratta di palazzo Corsini crollato nel 1944 e mai ricostruito. Il mancato restauro del rudere è da anni al centro di una controversia legale tra il proprietario Giuseppe Pampana e l’amministrazione comunale, con carte bollate e avvocati. Denunce, diffide, appelli, repliche e ricorsi.

Il progetto di recupero dell’area prevederebbe la ricostruzione del palazzo, riprendendo la struttura architettonica originaria, in continuità con il restauro della parte dell’edificio che si affaccia direttamente sul Giardino Scotto.

In una città che ha vede nel turismo una delle sue maggiori risorse, questo retaggio bellico compromette l’armonia di uno dei luoghi più rappresentativi e belli. I Lungarni sono, infatti, stati raccontati ed esaltati in tutta la loro maestosità artistica e luminosità da poeti e letterati tra i quali Carducci, Fucini, Leopardi, Manzoni e Montesquieu.

Viola Luti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Li ha scovati Apes appena avuto accesso al database delle dichiarazioni dei redditi dei beneficiari italiani. Lo ha reso noto l'assessora Gambaccini
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità