comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Maradona, la lunghissima fila di tifosi in coda per la camera ardente

Attualità martedì 28 febbraio 2017 ore 15:15

Il Wwf contro nuovi parcheggi sul litorale

Il fiordaliso di mare

"Le dune e la flora spontanea del litorale vanno rispettate. Lo prevede una legge regionale. Nuovi parcheggi non aiutano la tutela"



PISA — "Le recenti pulizie della spiaggia a Calambrone ci ricordano quale sia il valore delle dune per i servizi che offrono alla Comunità, dalla tutela dell’Acqua dolce (dal fenomeno di salinizzazione) alla difesa delle aree coltivate dai venti carichi di salsedine. Un ecosistema unico costituito da animali e piante rare tutelate dalla Legge Regionale Toscana 56 del 2000", spiega il Wwf assieme a Legambiente e ad Amici della Terra.

"I numerosi volontari che hanno partecipato alle operazioni “Acchiappa rifiuti”, insegnandoci con il loro esempio a rispettare le dune e la loro flora spontanea, ci hanno fatto scoprire quanta spazzatura sia stata abbandonata per anni fra i ginepri, i gigli di mare e le altre essenze protette delle dune di Calambrone (e, aggiungiamo noi, di Tirrenia e Marina), una gamma di materiali d’ogni tipo, dalle semplici buste e bottiglie di plastica a pezzi di imbarcazioni e brandelli di infissi.

Si arriva così periodicamente a richiedere nuovi sbancamenti a danno dell’informe” macchia, al fine di amplificare sempre di più i posti macchina.

E pensare che recentemente è stata segnalata da studiosi dell’Università di Pisa la presenza, proprio nei parcheggi di Marina e nel giardino della scuola Pisano, di pochissimi esemplari di una specie botanica della sabbia che ormai era data per estinta nel litorale pisano, a causa della massiccia antropizzazione e dell’erosione costiera.

Si tratta di un fiore molto bello, il fiordaliso tirreno, che sboccia proprio in estate in mezzo alla spazzatura e all’indifferenza degli automobilisti diretti agli scogli marinesi. 

Sarebbe dunque più consono - dicono le associazioni ambientaliste - corredare i parcheggi di Marina di tabelle illustrative sulla natura costiera e di dissuasori che tengano i mezzi alla dovuta distanza da macchia e fiori della sabbia, di realizzare quanto previsto per ridurre la pressione delle auto e godersi il mare evitando disagi, tutelando: le dune, la macchia ed i pini".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità