Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:33 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mustafa è in Italia, il bambino simbolo della guerra in Siria arrivato a Roma

Attualità venerdì 06 novembre 2020 ore 09:27

Inaugurato il dae pisano numero 535

Alle Officine Garibaldi un nuovo defibrillatore. Nei locali di via Gioberti inaugurato il DAE numero 535 in memoria del dottor Pietro Salerno



PISA — Ieri è stata inaugurata in via Gioberti, la nuova postazione DAE delle Officine Garibaldi. Il defibrillatore, che si aggiunge alla lista dei molti presenti in città, è stato donato al centro culturale dalla famiglia Scontrino, in memoria del dottor Pietro Salerno dalle figlie e dalla moglie, tramite la Cecchini Cuore Onlus.

Lo strumento, di ultima generazione è il numero 535 del territorio e rientra nella campagna di prevenzione e sensibilizzazione svolta sul territorio dall’Associazione Cecchini Cuore onlus per rendere la città sempre più cardioprotetta.

Hanno preso parte all’inaugurazione, oltre alla famiglia Scontrino, l’assessore alle politiche sociali e presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini, il direttore di Officine Garibaldi Manuela Arrighi, il dottor Maurizio Cecchini dell’Associazione Cecchini onlus, il professor Giuseppe Cecchi.

Nell’occasione il dottor Cecchini ha dichiarato: "Con quello di oggi arriviamo 535 DAE, su tutto il territorio. Prosegue così la nostra campagna contro la morte improvvisa che ha reso Pisa una delle città più cardioprotette d’Italia e che ha salvato 17 persone dall’ arresto cardiaco. In 13 anni abbiamo realizzato 600 corsi BLSD, coinvolgendo oltre 20.000 persone. Una percentuale importante, calcolando che a Pisa si contano 100.000 abitanti”

“In condizioni normali Officine Garibaldi accoglie ogni giorno moltissime persone – aggiunge Giuseppe Cecchi, consigliere amministrazione Paim - Un presidio sanitario come questo non può che non essere importante. Prevedere ed avere la possibilità di agire tempestivamente nei confronti di episodi acuti come quelli che possono scaturire da problemi cardiaci è senza dubbio fondamentale. Pisa è una delle città più dotate di defibrillatori e siamo molto onorati di far parte di questa squadra”

“Un grazie sentito alla famiglia del dottor Pietro Salerno, per questa donazione così importante, fatta con il cuore per il cuore della nostra città – commenta l’assessore e presidente della società della salute di Pisa Gianna Gambaccini – In un momento come questo dove spesso e volentieri si parla di salute e prevenzione legate al Covid-19, è essenziale portare avanti iniziative come questa, che riportano l’attenzione anche su altre patologie, come quelle cardiache, che possono essere estremamente e ugualmente pericolose per la nostra salute”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' scomparso a 75 anni Massimo Bendinelli. Per anni ha gestito il negozio di forniture elettriche in piazza Guerrazzi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità