Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Livorno, incendio alla raffineria: il video della colonna di fumo nero

Attualità lunedì 03 febbraio 2020 ore 13:25

La nuova casa dei registri internet

foto facebook

Inaugurata stamani la nuova struttura di Registro.it all'interno del Cnr di Pisa. "Saperi, luoghi, ricerca, capitale umano"



PISA — Da oggi Registro.it, il luogo fisico dove ha sede l'anagrafe dei domini internet italiani, ha una nuova casa, un edificio all'avanguardia dell'edilizia sostenibile, ideato e progettato dal CNR stesso.

Si tratta dell’anagrafe digitale degli oltre 3 milioni di domini nazionali gestita dall’Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Iit-Cnr). Il progetto è stato autofinanziato dallo “Iit-Cnr” per circa cinque milioni di euro, e si pone come punto di riferimento dell’edilizia sostenibile pubblica, grazie alla particolare tecnica costruttiva in legno (X-Lam), all’utilizzo di tecnologie domotiche, alla riduzione del consumo di suolo, all’efficienza energetica, al benessere termo-igrometrico creato, a fonti solari fotovoltaiche e termiche. A tutto ciò, si aggiungano un sofisticato apparato di monitoraggio della CO2 ed il controllo delle fonti di illuminazione naturale ed artificiale tale da garantire anche un elevato confort visivo con il contributo di sistemi oscuranti modulari.

All'inaugurazione erano presenti il presidente del CNR, Massimo Inguscio, i direttori e responsabili degli Istituti del CNR dell’Area della Ricerca di Pisa e altre autorità cittadine. Tra loro il sindaco Michele Conti:

"Nella nostra città abbiamo una concentrazione di saperi, luoghi di ricerca e capitale umano di altissimo livello che consente grandi imprese e ci dà la possibilità di far crescere il nostro territorio in qualità e innovazione", ha detto il primo cittadino.

“Per la Toscana è un orgoglio che internet in Italia sia nata proprio a Pisa” sottolinea l’assessore regionale all’innovazione Vittorio Bugli, presente all’inaugurazione. “E oggi – prosegue - , che stiamo entrando nell’era di internet delle cose e delle persone, in cui la vita reale e quella virtuale si stanno fondendo, vogliamo continuare a essere campioni come lo fummo nel 1986”. Come? “La strada è continuare a fare ricerca e lavorare insieme alla costruzione di una Europa intelligente e interconnessa – spiega Bugli - Con le scienziate e gli scienziati pisani abbiamo una collaborazione consolidata per l’istruzione, per le imprese, per l’innovazione della amministrazione pubblica”.

Il presidente nazionale del Cnr, Massimo Inguscio ha commentato: “Il Registro It è esempio di come la ricerca possa diventare tecnologia, e quindi creare occupazione e ricchezza. Grazie alla sua attività si finanziano borse di studi, progetti di ricerca e sedi con nuovi scenari ed orizzonti per la ricerca. Ma ciò non basta. E’ necessaria la sburocratizzazione della ricerca. Un ricercatore che necessita di un laser non può ottenerlo seguendo le attuali regole burocratiche. Non sta acquistando del semplice materiale di cancelleria”.

Marco Conti responsabile del Registro .it e direttore dell’Iit-Cnr ha dichiarato: “Finalmente il Registro .it ha la sua “casa”: una sede tecnologicamente avanzata ed eco sostenibile adeguata a ospitare uno degli snodi nevralgici dell’Internet italiana. La presenza del nostro Paese in rete è garantita dall’attività del Registro “.it” fin dal 1987, l’anno in cui questo servizio è nato ed è stato affidato al Cnr di Pisa."

L’ing. Ottavio Zirilli responsabile dell’Area di Pisa del Cnr, ideatore, progettista e direttore della realizzazione dell’opera in sopraelevazione ed esecutore del progetto, dice: “Il concept ispiratore l’intera operazione, è stato quello di superare gli attuali standard costruttivi incardinandosi sui principi dell’edilizia sostenibile in ogni aspetto realizzativo. Con questo progetto abbiamo vinto più sfide: migliorare la vivibilità dell’ambiente di lavoro, rappresentare un nuovo approccio nel ripensare la città e rigenerare il paesaggio urbano, a partire dal recupero e riqualificazione ambientale ed estetica del costruito”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati fotografano le ultime ventiquattro ore sul fronte epidemico. Aumentano i ricoveri nelle aree Covid di Cisanello e Santa Chiara
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Sergio Cenci

Lunedì 29 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità