QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 12 novembre 2019

Cronaca martedì 05 novembre 2019 ore 17:50

La Questura chiude un locale sul Lungarno

"Pericoloso per l'ordine e la sicurezza pubblica". La Questura chiude un locale sul Lungarno, già oggetto di provvedimenti simili, per venti giorni



PISA — All’interno di un locale del Lungarno Mediceo la scorsa notte è stato arrestato dai Carabinieri di Pisa un cittadino straniero per spaccio di sostanza stupefacente, hashish e cocaina, suddivisa in dosi.

"Incrociando gli ultimi dati in possesso di Polizia e Carabinieri, ottenuti attraverso i controlli giornalieri del controllo del territorio, si è dimostrato che il locale e lo spazio antistante del pub erano ormai da ritenere un ritrovo di persone pregiudicate o pericolose per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume e la sicurezza dei cittadini", ha spiegato la Questura.

"In quello stesso locale, nell’estate appena trascorsa, avrebbe consumato bevande alcoliche e stupefacenti una minorenne ricoverata d’urgenza presso l’Ospedale di Pisa ed in data 30 settembre 2019 il Questore di Pisa aveva già decretato la sospensione per 7 giorni della licenza di somministrazione di alimenti e bevande.

Anche in data 25 maggio 2017 il Questore di Pisa aveva già emesso un decreto di sospensione per 15 giorni della licenza di somministrazione poiché quel locale era stato ritenuto un punto di aggregazione e ritrovo per pregiudicati e tossicodipendenti."

"Tra il 2018 e il 2019 il locale è inoltre stato oggetto di varie contestazioni di violazioni amministrative in materia di alcolici a maggiorenni e minorenni contestate dalla Polizia Municipale."

Il Questore di Pisa, applicando il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, ha quindi emesso, a partire da oggi, un decreto di sospensione di 20 giorni della licenza con conseguente chiusura dell’attività commerciale, poiché - "alla luce delle informazioni raccolte e dagli accertamenti - le frequentazioni di quel locale costituiscono un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume e la sicurezza dei cittadini, ritenendo che l’abuso delle bevande alcoliche, soprattutto da parte dei minori, rappresenti una grave problematica per la salute dei ragazzi e presenti risvolti di carattere sociale".



Tag

Gallipoli, il mare in tempesta minaccia le barche ormeggiate

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Lavoro

Attualità