Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:09 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
In volo sul Vesuvio innevato, le immagini dal drone

Attualità martedì 25 maggio 2021 ore 12:24

La tesi di Milène Calvetti vince un altro premio

Milène Calvetti

Dopo aver vinto il premio Atlas del Cern di Ginevra, un altro prestigioso riconoscimento per la giovane ricercatrice dell’Università di Pisa



PISA — Pochi mesi dopo aver vinto il premio internazionale per la migliore tesi di dottorato dell’esperimento Atlas al Cern di Ginevra, Milène Calvetti si è aggiudicata adesso il prestigioso Premio Conversi istituito dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), che premia ogni anno le due migliori tesi di dottorato nell'ambito della fisica subnucleare.

Milène Calvetti, che nel 2020 ha conseguito il dottorato in Fisica all’Università di Pisa, ha condotto uno studio sulle proprietà del bosone di Higgs nell'ambito dell’esperimento ATLAS al laboratorio Cern di Ginevra, oggetto della sua tesi dal titolo “Studies on H → bb decay and VH production with the ATLAS detector”. Al momento Milène è assegnista di ricerca presso l’Università di Pisa e cooperation associate al Cern, dove sta continuando a lavorare in Atlas sul bosone di Higgs.

I premi annuali alle migliori tesi di dottorato vengono assegnati dall’Infn nelle cinque aree di ricerca dell’Istituto, ovvero in fisica subnucleare, astroparticellare, nucleare, teorica e tecnologica, e su attività di ricercae sviluppo nell’ambito del calcolo. I premi, del valore di 2.000 euro ciascuno e assegnati dalle cinque Commissioni Scientifiche Nazionali (Csn) e dalla Commissione Calcolo e Reti (Ccr) dell’Infn, sono intitolati alla memoria di illustri fisici italiani o colleghi dell’Infn: Marcello Conversi, Bruno Rossi, Claudio Villi, Sergio Fubini, Francesco Resmini e Giulia Vita Finzi.

Il premio ricevuto da Milène Calvetti nell’ambito della fisica subnucleare (insieme a Marco Boretto, dell’Università di Torino) rende omaggio alla figura di Marcello Conversi, protagonista negli anni della Seconda guerra mondiale, insieme a Ettore Pancini e Oreste Piccioni, di un esperimento fondamentale che portò alla scoperta del muone e segnò di fatto la nascita della fisica delle alte energie.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità