Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA20°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 21 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Italia-Galles: la giornalista Rai del Tg1 travolta dall'entusiasmo dei tifosi

Attualità sabato 27 gennaio 2018 ore 17:35

Migliaia in marcia per dire no a tutti i fascismi

Un lungo e colorato corteo ha preso le mosse da piazza Sant'Antonio per arrivare in piazza Martiri. In prima fila numerosi sindaci della provincia



PISA — Tante persone hanno sfilato per le vie del centro città dietro uno striscione con scritto "Mai più fascismi". Il corteo, voluto e organizzato dal tavolo antifascista della provincia di Pisa, ha avuto come promotori Comune di Pisa, Comune di Pontedera, Anpi - Comitato provinciale di Pisa, Aned Provincia di Pisa, Acli Provincia di Pisa, Arci zona Pisa, Arci zona Valdera, Arci zona Valdarno Inferiore, Uisp, i sindacati Cgil, Cisl e Uil, Udu e Rete Studenti Medi.

La manifestazione, non a caso, si è tenuta in occasione della Giornata della Memoria, in ricordo della Shoah nell'anniversario dell'arrivo delle truppe russe al campo di concentramento di Auschwitz. Inoltre, a seguito delle minacce con simboli nazisti ricevute nei giorni scorsi dalla prima cittadina di Empoli Brenda Barnini, dal corteo sono partiti messaggi di solidarietà nei confronti della sindaca empolese.

Numerosi i gonfaloni dei Comuni della provincia di Pisa e gli striscioni delle associazioni e delle rappresentanze sindacali, fra i quali quello della Rsu Tmm di Pontedera. Il corteo si è snodato per il centro cittadino, passando per Corso Italia, ponte di Mezzo e Borgo Stretto, terminando la marcia in piazza Martiri della Libertà. Più volte i manifestanti hanno scandito slogan e la canzone "Bella ciao".

In piazza Martiri si sono succeduti vari interventi. Gli organizzatori hanno sottolineato come la manifestazione "vuole essere un punto di partenza", "per mantenere alta l'attenzione" e per portare avanti "un confronto continuo", con la volontà di "contrastare sul terriotorio la minaccia dei rigurgiti neofascisti".

Tra i presenti anche il deputato pisano Paolo Fontanelli e fra i sindaci Simone Millozzi di Pontedera, Marco Buselli di Volterra, Juri Taglioli di Vicopisano, Francesca Brogi di Ponsacco. Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, non ha partecipato a causa dell'influenza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio segnalato riporta l'attenzione su un problema da anni sollevato dai residenti a I Passi. Passaggio a livello che resterà chiuso 15 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

CORONAVIRUS

Cronaca