QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 9° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 22 novembre 2019

Attualità mercoledì 05 giugno 2019 ore 17:30

Nuovo stadio, cosa pensano a Porta a Lucca

Seconda assemblea pubblica sulla variante per il nuovo stadio: molti interventi dei residenti del quartiere Porta a Lucca



PISA — Mobilità, parcheggi, eliminazione delle cancellate, modalità di ingresso nel quartiere, richiesta di intervento della Polizia municipale per regolare il parcheggio selvaggio di auto, motorini e biciclette anche sulle piste ciclabili in concomitanza di eventi sportivi allo stadio: sono questi i principali temi sollevati e le richieste all’Amministrazione da parte di molti cittadini e residenti del quartiere Porta a Lucca intervenuti alla seconda assemblea pubblica prevista dal programma di partecipazione per raccogliere i contributi dei cittadini sul procedimento urbanistico in corso che riguarda la variante contestuale del Piano Strutturale e del Regolamento Urbanistico “Porta a Lucca – Arena Garibaldi”.

All’assemblea sono intervenuti il Sindaco di Pisa Michele Conti, l’assessore all’urbanistica Massimo Dringoli, l’assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Latrofa e l’ing. Massimo Ferrini di Tages, società che ha condotto lo studio sulla mobilità per conto di Pisamo e del Comune di Pisa. Gli amministratori hanno illustrato le previsioni di variante che interessano aree con caratteristiche del tutto peculiari e differenti: l’attuale area dello stadio, di cui si prevede di confermare la destinazione dello stato di fatto, e quella di Ospedaletto che presenta i tratti della pianura agricola coltivata a seminativo. La volontà politica dell’amministrazione è quella di allinearsi ad altre realtà europee, dove lo stadio, come nella previsione di variante, si inserisce in un contesto già urbanizzato con il totale recupero delle volumetrie presenti; l’altra motivazione su cui si poggia questo procedimento urbanistico consiste nell’evitare di consumare suolo e cementificare, come da vecchia previsione, un’area prettamente agricola come quella di Ospedaletto.

L’ing. Ferrini di Tages ha illustrato, come già aveva fatto nell’assemblea precedente al Palazzo dei Congressi, lo studio sulla mobilità che accompagna la variante in corso, questa volta soffermandosi sugli aspetti peculiari d’interesse per i cittadini di Porta a Lucca, dimostrando, con grafici e numeri, la capienza dei parcheggi nel quartiere, come sarà vietato l’ingresso ai non residenti nei giorni della partita (ipotesi Ztl con varchi elettronici o altre modalità informatiche), quali le azioni da mettere in campo (o quelle solo in attesa di attuazione) per ridurre la mobilità in entrata e in uscita delle auto prendendo come paradigma un evento di “medie dimensioni”, cioè con l’afflusso verso l’Arena Garibaldi di diecimila spettatori.

Dopo l’illustrazione dei relatori i cittadini sono intervenuti con domande puntuali, alcuni dei quali soffermandosi sugli aspetti, a loro avviso, critici della variante: pericolo congestione del quartiere con l’aumento di auto in entrata, preoccupazione sulla gestione dei flussi dei tifosi ospiti, dubbi sui numeri presentati per il calcolo delle persone che raggiungono lo stadio in automobile (3 a veicolo in media).

Altri interventi poi, riguardavano più specificatamente il progetto di riqualificazione dello stadio: distanza dalle case, servizi e attività commerciali che vi sorgeranno, tempistiche sullo svolgimento dei lavori, tutti argomenti che non sono oggetto dell’assemblea che dettagliava solo gli aspetti della variante urbanistica.

I contributi scritti e orali dei cittadini intervenuti saranno menzionati nella relazione del Garante dell’informazione e partecipazione che sarà allegata alla delibera di adozione della variante urbanistica “Porta a Lucca – Arena Garibaldi”.



Tag

Patty L'Abbate, senatrice 5 Stelle: «Scudo per Ilva? Domanda senza importanza»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro