Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:01 METEO:PISA14°23°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità venerdì 01 marzo 2024 ore 18:53

Patto per la lettura, spazio ai libri in città

Dal Comune un documento da sottoporre all’adesione di tutti coloro che vogliano svolgere attività di promozione alla lettura.



PISA — Dalle biblioteche alle scuole, dalle librerie alle associazioni culturali, dai teatri ai musei. Tutti sono chiamati a prendere parte al “Patto locale per la lettura”, presentato a Palazzo Gambacorti, attraverso la sottoscrizione di un apposito modulo.

"Pisa città del Libro - ha spiegato l’assessore alla cultura Filippo Bedini - è il progetto che promuove il Patto per la lettura. L’amministrazione comunale ha deciso di farsi soggetto promotore nel coordinamento degli eventi dedicati alla cultura del libro e della lettura con l’obiettivo di coordinare tutte le istituzioni, associazioni, librerie, case editrici e tutto il mondo dell’associazionismo per dare una spinta sinergica e nuovo entusiasmo".

"Voglio partire da un dato scientifico: uno studio di Tullio De Mauro documenta che, se nel 1976 le giovani generazioni parlavano con un vocabolario di circa 1.600 vocaboli - ha aggiunto - questi si sono ridotti a 600 nel 1996 e oggi mediamente un giovane utilizza dalle 200 alle 300 parole. Questa è la dimostrazione plastica che la lettura è qualcosa che ormai va protetto dal rischio di estinzione". 

“Vorremmo promuovere – continua Bedini - un laboratorio permanente di rassegne, presentazioni, cicli di incontri e dibattiti su temi di ampio respiro culturale che trasformino Pisa in un palcoscenico di prestigio della cultura del libro e della lettura, sotto l’egida del Comune di Pisa. Con il Patto si valorizza anche la natura universitaria della città di Pisa e ritengo centrale nel progetto il ruolo della biblioteca comunale”. E la biblioteca è da sempre attiva su questo fronte, con progetti e attività concrete di promozione del libro e della lettura, incontro con gli autori e presentazioni.

“Nel 2023 – aggiungono la responsabile Angela Parini e gli operatori Giovanna Colombini e Fabrizio Mangione - abbiamo fatto 40.568 prestiti (che diventano 56mila per il prestito che coinvolge le Rete Bibliolandia) a fronte dei 19.300 del 2021, sono quindi raddoppiati e sono maggiori di quelli prepandemia. Abbiamo incrementato il nostro patrimonio librario che adesso è di oltre 60mila volumi. Dopo la pandemia, abbiamo ripreso anche l’attività di promozione della lettura con incontri e presentazioni di libri che nel 2023 sono stati 43. Sono state 65 le classi accolte lo scorso anno in biblioteca che poi, attraverso i bambini che si iscrivono al servizio, fanno conoscere la biblioteca anche alle famiglie. Gli iscritti attualmente sono 17.500 e sono 250 le persone che frequentano i nostri locali”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Pisamo ha provveduto alle operazioni di smantellamento e ripristino dello slargo di piazza Solferino: il manufatto era abbandonato da anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità