Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:PISA21°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, la sorella di una dispersa: «Se è vero che c'era stato un avviso, perché non li hanno fermati?»

Cronaca mercoledì 29 gennaio 2014 ore 14:37

Pisa, seconda in Toscana per i furti di rame

E 28esima in Italia. Nel 2013, però, sono aumentati reati scoperti, denunce e arresti



PISA — Pisa è la seconda provincia toscana per furti di rame, anche se questi sono diminuiti e il numero di fermi sia aumentato esponenzialmente. È quanto emerso dalla prima riunione dell'Osservatorio pisano sui furti di rame, istituito dal prefetto di Pisa Francesco Tagliente.

A Pisa, l'azione di prevenzione e contrasto del fenomeno da parte di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia municipale e Agenzia delle Dogane, nel 2013, ha consentito una diminuzione dei furti del 24,6% rispetto al 2012 e un incremento del 170% delle persone denunciate o arrestate. Nonostante questo, però, è la seconda provincia toscana più colpita dal fenomeno (218 furti, -24,6% rispetto al 2012), dopo Firenze (387 episodi, -20,2 %) e al 28esimo posto in Italia. Al nono, invece, per l’azione di contrasto, con 81 persone denunciate o arrestate (+170%).

Il fenomeno dei furti di rame spesso provoca l’interruzione di pubblici servizi essenziali, con ripercussioni di natura economica e sociale di particolare rilievo con possibili conseguenze sull'ordine e la sicurezza pubblica. Ultimamente si sta caratterizzando anche con furti in chiese, cimiteri e private abitazioni.

“I dati riassuntivi dall'azione delle Forze e dei Corpi di Polizia e delle Dogane - ha detto Tagliente - risultano positivi e incoraggiano a proseguire con sempre maggiore determinazione”.

A livello nazionale, nel 2013, i furti di rame sono stati 19.252, con una diminuzione del 2,3% rispetto al 2012, mentre i reati scoperti sono stati 2.000 (+21,9%) con la denuncia di 4.404 soggetti (+28,4%), di cui 2.514 in stato di arresto (+19,8%).

La Toscana risulta al settimo posto per quanto attiene al numero dei furti (1.335, -13,3% rispetto al 2012) e al quinto posto per numero di persone denunciate o arrestate (371, +44,4%).

Nella provincia di Pisa, dal 2007 al 2012, il fenomeno dei furti di rame ha avuto un andamento altalenante. Nel 2011 c’è stata una recrudescenza del fenomeno (+166,70%), mentre nel 2012 e nel 2013 lo stesso è diminuito rispettivamente del 19,7% e del 24,6%.

Per quanto concerne l’azione di contrasto nella provincia, dopo una diminuzione del numero di persone denunciate o arrestate nel 2012 (-38,8%), si è registrato un consistente aumento nell’anno 2013 (+ 170%).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Aoup prima in Toscana e tra i primi centri al mondo ad installare un dispositivo del genere, grazie al lavoro di Zucchelli e Bongiorni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Leonella Simoni Ved. Polidori

Sabato 02 Luglio 2022
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Politica

Attualità