Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA15°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Civili torturati, trincee, bunker e mitragliatrici come nel 1915: viaggio nella prima linea ucraina dopo Kherson lungo il fiume Dnipro

Politica giovedì 16 giugno 2022 ore 16:28

"Sia fatto di tutto per salvare la Palp"

Un'ambulanza della Palp

Forti preoccupazioni a seguito dell'assemblea della Pubblica Assistenza del Litorale Pisano in cui si è parlato anche di "fallimento"



PISA — Preoccupa non poco il fatto che la Palp, la Pubblica assistenza del litorale pisano, possa fallire. "Lo scorso 28 Maggio - segnalano dal coordinamento provinciale di Sinistra civica ecologista -, durante la Assemblea ordinaria dei soci della “Palp” (presente a Marina di Pisa dal 1906 e dotato di personalità giuridica autonoma dal 1992), è stata comunicata ai soci presenti la situazione economico-finanziaria in base alla quale la “Palp” è destinata al fallimento”.

All'assemblea era presente anche il consigliere comunale Maurizio Nerini (Fratelli d'Italia), in qualità sia di socio sia come consigliere uscente della Palp, visto che il 3 Giugno è andato in scadenza il mandato del consiglio dell'associazione.

"Sono stati anni difficili segnati dalla pandemia - ha così fatto il punto Nerini - nei quali però una gestione oculata delle spese a fronte di minore entrate e servizi sempre più gravosi, lasciandosi dietro tanti “fenomeni” pericolosi, ha permesso di arrivare fino al pareggio il bilancio di previsione del 2022 nonostante vecchi mutui che ancora gravano sull'associazione, che non possono essere certo imputati a questo Consiglio. Su tutto questo arriva a gamba tesa la riforma del Terzo Settore che impone politiche economiche inattuabili, non permette di avere debiti tali e finirà per “ammazzare” le piccole realtà come la Palp, a favore delle grosse nazionali spesso costituite come cooperative".

"Per chi si regge sul volontario - ha proseguito Nerini -, sul tesseramento degli abitanti che vedono come un presidio, un punto di riferimento sul territorio strutture storiche come la PALP, è veramente dura da comprendere come si possa negare l'ombrello della “personalità giuridica” facendo rispondere di persona su gli atti messi in campo ai membri di quello che si configura come un nuovo Cda senza compensi, ma solo con rischio in solido. L'appello è quindi alle istituzioni perché si facciano sentire, sono concorde con il Sindaco Conti che è intervenuto, che ci si deve sedere al tavolino e cercare soluzioni per non far morire realtà importanti rendendosi conto invece della loro estrema utilità evidenziata nei momenti difficili che abbiamo appena trascorso. Ad oggi burocrazia 1 volontariato 0, ma la partita non è finita..."

"Quali le conseguenze di questo “fallimento”?" domandano a questo punto da Sce Pisa, secondo cui il risultato sarebbe "la cessazione di tutti i servizi sanitari, sociali e socio-sanitari attualmente erogati dalla Palp a beneficio dei cittadini, sia del litorale che della città nel suo complesso, e la perdita del posto di lavoro per una ventina di dipendenti". 

Il prossimo 28 Giugno una nuova Assemblea dei Soci dovrà prendere decisioni importanti, "come la perdita della personalità giuridica o lo scioglimento della associazione" hanno aggiunto da Sce.

"La scomparsa di un presidio sanitario, sociale e socio-sanitario di prossimità, situato in un locale di proprietà del Comune di Pisa e fortemente integrato nel territorio come è la Palp - commentano ancora da Sinistra civica ecologista -, va in totale controtendenza con tutto quello che si sta progettando sulla Nuova Sanità Territoriale. Alla Assemblea dello scorso 28 Maggio erano presenti il Sindaco di Pisa Michele Conti, il deputato della Lega Onorevole Edoardo Ziello, il Presidente della Società della Salute della Zona Pisana Sergio Di Maio, il Presidente dell’Anpas Toscana Dimitri Bettini. La presenza della politica e delle istituzioni, la loro vicinanza a tutti i soggetti coinvolti in questa crisi è sicuramente un fatto positivo. Ma è necessario che dalla politica e dalle Istituzioni giungano non solo un generico appoggio o semplici manifestazioni di solidarietà, ma impegni e atti precisi perché nell’immediato futuro non si interrompano i servizi che la Palp eroga, perché si individuino soluzioni che diano continuità al lavoro degli operatori, volontari e dipendenti, e perché sul litorale non si disperdano il ruolo e il significato di un presidio sociale, sanitario e comunitario con tanti anni di storia".

Maurizio Nerini

Consigliere uscente PALP


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, aggiornati alle ultime 24 ore, emergono dal monitoraggio regionale che fa il punto sull'andamento dell'epidemia in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità