Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:09 METEO:PISA9°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Diana, l'arbitro vittima di revenge porn: «Sui social i miei video privati, è un porcile, aiutatemi»

Cronaca mercoledì 18 maggio 2016 ore 14:49

Spacciano davanti al Comando della Polizia

L'edificio di via Battisti era stato occupato abusivamente ed è proprio davanti al comando della Polizia Municipale. Adesso è stato liberato



PISA — Liberato ieri mattina, su richiesta del proprietario, l’immobile in ristrutturazione proprio davanti al Comando di Polizia Municipale, in via Cesare Battisti.

Erano ormai mesi che alcuni spacciatori tunisini lo avevano eletto a dimora, entrandovi abusivamente da una finestra della cantina ed aprendo così dall’interno il portone d’ingresso, pur munito di solida serratura di sicurezza.

Nell’edificio, destinato a diventare struttura ricettiva, gli abusivi avevano realizzato camere da letto singole e, dalla mansarda, godevano di ampia e comoda visuale su tutta la zona sottostante, dalla fermata dei bus CTT compresa fino all’edificio della Provincia e su tutta la zona sottostante le mura e parte di via Bixio, potando controllare agevolmente ogni movimento dei possibili clienti e, soprattutto, delle forze dell’ordine.

Il proprietario, presentatosi più di una volta con gli operai incaricati di eseguire alcuni lavori, non era riuscito ad accedere per la presenza minacciosa degli extracomunitari. Nei giorni scorsi aveva chiamato sia Polizia che Carabinieri.

Ieri ha chiesto aiuto al vicino Comando della Municipale, i cui uomini hanno sorpreso all’interno della casa due giovani tunisini, arrestandone uno.

Si tratta di un 18enne e di un 20enne. Mentre il primo si mostrava più collaborativo, il secondo, pluripregiudicato e già incarcerato tre volte per spaccio di stupefacenti (eroina) e con foglio di via obbligatorio per due anni dal Comune di Barga, reagiva violentemente e perciò veniva tratto in arresto.

Entrambi risultano clandestini in Italia e senza occupazione lavorativa. Il giovane arrestato è stato immediatamente rimesso in libertà dalla Procura non ritenendo di dovere richiedere misure cautelari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ore di apprensione e ricerche per la scomparsa di un dipendente pubblico che non ha fatto ritorno a casa. In campo anche le unità cinofile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Cronaca