Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA20°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lombardia, Bertolaso: «Tra i vaccinati con doppia dose zero morti da variante Delta»

Politica mercoledì 19 maggio 2021 ore 19:45

Toscana Aeroporti, una modifica che fa discutere

L’assemblea degli azionisti ha modificato lo statuto. La Regione si è astenuta dal voto, scatenando le reazioni del mondo della politica



PISA — L’assemblea degli azionisti di Toscana Aeroporti, in sessione straordinaria, ha modificato lo statuto della società come richiesto dal socio di maggioranza, Corporacion America Italia. Modifica che, dal 2024, consentirà a Cai di ottenere un maggior numero di membri nel Cda rispetto ai 9 attuali. La Regione Toscana si è astenuta dal voto, scatenando le reazioni del mondo della politica. 

Secondo Irene Galletti, capogruppo M5S in Consiglio regionale, la riforma statutaria "Mette in netta minoranza il socio pubblico nel Cda di Toscana Aeroporti".

"Con quale coraggio - scrive Galletti in una nota- il presidente Eugenio Giani e la sua maggioranza in Consiglio potranno confrontarsi con gli altri soci pubblici, i lavoratori dei due aeroporti, il Consiglio Regionale e tutti i toscani dopo che si è consumato oggi l'ultimo tradimento all'interesse comune?”
“E adesso - attacca la pentastellata - che tornino in aula a parlarci della necessità di erogare a questa società 10 milioni di euro, senza uno straccio di vincolo ai dipendenti. Che ci dicano ancora quanto dovremmo essere felici che un nuovo socio straniero abbia portato "capitali freschi", come ho sentito ripetere qualche anno fa nell'entusiasmo generale verso il nuovo investitore che assumeva la maggioranza, proprio per la cessione delle quote della Regione Toscana e l'irreversibile passaggio da una società a maggioranza pubblica a una privata”.

Sulla questione è intervenuta anche Fratelli d'Italia che, per mezzo di una nota, ha definito "Inaccettabile e sconcertante" la modifica dello statuto di Toscana Aeroporti.

"Tale modifica- si legge nella nota del partito- Comporta un ingiustificato quanto pericoloso aumento di peso della parte privata all'interno della governance della società a discapito della parte pubblica. Bene ha operato il sindaco di Pisa Michele Conti il quale con il proprio voto contrario ha difeso e contrapposto gli interessi pubblici a quelli più sfacciatamente privati".

E anche il Partito Democratico di Pisa conferma la sua "Netta contrarietà alla decisione, presa ieri dall'assemblea dei soci di Toscana Aeroporti, di modificare lo Statuto secondo la proposta avanzata da Corporacion America riducendo drasticamente la rappresentanza dei soci pubblici nel CdA della società. Riteniamo tale decisione sbagliata nel merito perché riduce, fino quasi ad annullarla, la possibilità - per soggetti che sono stati decisivi per la crescita del sistema aeroportuale - di partecipare alla sua governance anche in funzione di un efficace meccanismo di controllo e di tutela degli interessi del territorio.
E la riteniamo sbagliata nel metodo, perché imposta con la forza brutale e arrogante dei numeri, senza un confronto e un ascolto di istituzioni a cui si deve un maggiore rispetto.
Abbiamo supportato gli enti del territorio che, a partire dalla Provincia di Pisa, si sono opposti a questa decisione e preso un'iniziativa consiliare, affinché la Regione si unisse andando oltre il voto di astensione. Ribadiamo la nostra preoccupazione per il futuro del nostro aeroporto, a partire dall'individuazione di efficaci misure di rilancio per reagire alla crisi del comparto per la pandemia, per proseguire con la necessità di dare seguito al previsto piano di investimenti.
In questo quadro ribadiamo la netta contrarietà alla cessione da parte di TA della divisione Handling ed il nostro appoggio alla mobilitazione dei lavoratori e delle lavoratrici e dei sindacati in tal senso.
Ricordiamo che Toscana Aeroporti sta ricevendo un cospicuo supporto di risorse pubbliche, nell'ambito del programma 'Garanzia Italia', attraverso la Legge di Bilancio e, da parte della Regione, con altri 10milioni. Con i nostri Parlamentari, che hanno chiesto il coinvolgimento del Governo, riteniamo che sarebbe stato doveroso per i soci privati soprassedere e sedersi ad un tavolo per discutere. Certamente non intendiamo mollare e proseguiremo nella mobilitazione al fianco dei lavoratori e per lo sviluppo del territorio".

“Senza battere colpo, ovvero astenendosi-afferma Elena Meini, Consigliere regionale della Lega-il rappresentante della Regione nel Cda di Toscana Aeroporti, favorisce la modifica dello Statuto societario, come richiesto dal socio di maggioranza, ovvero Corporacion America Italia.” “Una decisione-prosegue il Consigliere-avvalorata da chi ha erogato ben 10 milioni di euro ad una società che penderà sempre di più verso una gestione marcatamente privata, a scapito del pubblico.” “Cosa ne pensa il Presidente Giani-precisa l’esponente leghista della pavidità del suo rappresentante?” “Insomma-conclude la rappresentante della Lega-ancora un improvvido passo falso da parte dell’ente regionale che sembra sempre più assimilare ad un novello Ponzio Pilato…”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una drammatica verità venuta alla luce con la comparazione del Dna. Il cadavere trovato nelle campagne di Orzignano è di Francesco Pantaleo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Politica