Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA11°14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sorprende i ladri nel suo bar: la reazione disperata della negoziante che protegge l’incasso

Attualità martedì 17 ottobre 2023 ore 19:00

Un anno di lavori, rivoluzionato il sistema fognario

25 chilometri di nuove condotte e potenziamento dei depuratori: un anno di lavori per un maxiprogetto da 16 milioni di euro



PISA — 25 chilometri di nuove condotte, un anno di lavori per un maxiprogetto da 16 milioni di euro sul sistema fognario che giunge alle fasi finali dopo una serie di interventi in centro e nelle frazioni. 

Un progetto, spiega il Comune, "senza precedenti nella città della Torre per impatto ed estensione, allo scopo di riorganizzare il 'secondo tempo' del servizio idrico, consentire l’allacciamento alla pubblica fognatura di un significativo numero di nuove utenze ed eliminare gli scarichi in ambiente, indirizzando i reflui agli impianti di depurazione, interessati anch’essi da importanti lavori di potenziamento".

I lavori, pianificati da Acque in sinergia con il Comune di Pisa e suddivisi in tre grandi macrolotti, hanno raggiunto la posa in opera di circa 18 chilometri di nuove tubazioni sui 25 previsti in totale.

"Nonostante alcuni imprevisti in corso d’opera, tra questi, il ritrovamento di una domus romana di 2mila anni fa in piazza Del Sarto, le operazioni - spiega una nota di Palazzo Gambacorti- hanno rispettato il crono-programma iniziale: l’obiettivo resta quindi concludere gli interventi principali entro i prossimi mesi".

Il primo macrolotto dei lavori, chiamato Pisa Centro, riguarda la zona a nord dell’Arno, con la nuova fognatura che avrà come recapiti finali i depuratori de La Fontina e San Jacopo. Buona parte degli interventi si è concentrata sulla raccolta dei reflui nei pressi della Facoltà di Ingegneria e nelle aree tra la centralissima Piazza dei Miracoli e lo stadio. Le attività si avviano alla conclusione anche nelle zone di via Tevere, via Pietrasantina e Largo Parlascio, mentre sono cominciate quelle in via del Capannone.

Il secondo lotto, Pisa Sud Ovest, comprende invece la zona a sud dell’Arno e ad ovest dell’aeroporto, con recapito finale il depuratore di Pisa Sud. Il traguardo principale, quello dell’intercettazione degli scarichi in ambiente, è già stato raggiunto. In queste settimane, il gestore sta svolgendo alcuni lavori propedeutici al corretto funzionamento del sistema in via Caduti di Sarajevo, via Zucchelli e strade limitrofe.

Il terzo lotto, Pisa Sud Est (Sant’Ermete, Ospedaletto e Putignano, fino al depuratore di Oratoio, interessato anch’esso da opere di adeguamento) vede la maggior parte dei lavori tuttora in corso, compresi quelli in via Emilia, via Bracci Torsi, via le Rene e strade adiacenti. L’obiettivo, tuttavia, resta quello di completare gli interventi entro l’inizio del prossimo anno. A seguito dell’accettazione della proposta progettuale da parte del Ministero dell’Ambiente, il terzo lotto è stato inoltre essere inserito tra le opere finanziate con il Pnrr.

Il progetto di Acque comprende anche il potenziamento dei depuratori. Per quello di Oratoio, è stata ultimata la prima parte dei lavori, funzionale alla depurazione degli scarichi già collegati, in attesa di terminare anche le opere accessorie. Al depuratore di Pisa Sud si sono già conclusi gli interventi di ammodernamento, indispensabili al fine di ottimizzarne la capacità di trattamento. Infine, sono già in funzione la stazione di sollevamento e le condotte fognarie che consentono ora il convogliamento di una parte dei reflui in arrivo al depuratore de La Fontina verso quello di San Jacopo. Nei prossimi anni, in seguito all’ampliamento di quest’ultimo impianto (progetto esecutivo in attesa di approvazione) sarà possibile procedere a una graduale dismissione del depuratore de La Fontina. Nel complesso, sul versante della depurazione, verranno investiti ulteriori 35 milioni di euro nel prossimo quinquennio.

"L’obiettivo del nuovo sistema fognario e depurativo - spiega il Comune- è quello di raggiungere la copertura pressoché totale del servizio di raccolta e trattamento delle acque reflue su tutto il territorio comunale, attraverso l’eliminazione degli ultimi scarichi diretti in ambiente ancora presenti nel capoluogo, il potenziamento e la riorganizzazione del sistema di depurazione locale. Inoltre, sarà possibile “superare” l’attuale fognatura di tipo misto, tramite nuovi sistemi che separeranno le acque reflue da quelle meteoriche, così da inviare le prime a depurazione e solo le seconde nei corsi d’acqua. Il risultato finale sarà quello di un ulteriore e significativo miglioramento delle performance ambientali e della sostenibilità del servizio idrico, a beneficio della qualità della vita dei cittadini e del territorio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Alla Botte due giorni di approfondimenti per il progetto di manutenzione sull'infrastruttura. Angori: "Presto individueremo la ditta incaricata"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità