Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:44 METEO:PISA11°14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 05 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Esplosioni in due aeroporti russi, tre morti

Attualità sabato 01 ottobre 2022 ore 14:30

Un progetto per amare il proprio quartiere

La presentazione della rassegna

Arriva agli Arsenali repubblicani il gruppo G124 fondato da Renzo Piano per una rassegna all'insegna dell'architettura partecipata dai cittadini



PISA — Gli Arsenali repubblicani partecipano all'evento "G124 Renzo Piano. Progetti metodo contaminazioni", che dal 7 al 15 Ottobre arriva a Pisa grazie alla collaborazione tra il gruppo G124, creato appunto dall'architetto Renzo Piano, e l'associazione Laboratorio Permanente per la Città, curatrice della Biennale di Architettura pisana.

"L'iniziativa ha tra i propri obiettivi quello di sollecitare i cittadini a dire la loro sugli interventi urbanistici da realizzare, rendendoli quindi maggiormente consapevoli e partecipi - ha commentato l'assessore all'Urbanistica Massimo Dringoli - un approccio che in passato è stato troppo spesso dimenticato ma che è in linea con quello che come amministrazione abbiamo iniziato a fare da tempo, ad esempio avviando l’iter del Piano operativo, che dà la possibilità ai cittadini di partecipare e portare il proprio contributo, attraverso proposte e osservazioni".

L'inaugurazione è in programma venerdì 7 Ottobre agli Arsenali repubblicani con la mostra dedicata ai progetti urbani portati avanti da G124 in diverse città italiane e dal Laboratorio nei quartieri di Pisa. Ci saranno poi incontri e conferenze, sempre nella cornice degli Arsenali repubblicani.

Martedì 11 Ottobre, per esempio, si terrà quello dedicato al tema "Architetture solidali" con Massimo Alvisi, Ottavio Di Blasi e Maurizio Milan, mentre giovedì 13 ci saranno Lia e Carlo Piano, figli di Renzo, per un "Viaggio attraverso le architetture di Renzo Piano". La conclusione sarà venerdì 14 con "Diario delle periferie. Il metodo G124", con Matteo Agnoletto, Fabio Daole, Francesco Defilippis, Massimo Del Seppia, Nicola Flora, Luca Lanini, Bruno Messina, Carlo Moccia, Edoardo Narne, Raffaella Neri, Pisana Posocco e Andrea Sciascia.

"Abbiamo portato il metodo G124 a Pisa perché c’è un’affinità con il modo di operare in città della nostra associazione. Siamo nati entrambi nel 2014 e da allora abbiamo portato avanti due strade sì parallele, ma convergenti nel metodo e nella finalità, ossia creare l’affezione dei cittadini per il proprio quartiere e la propria città - ha spiegato l’architetto Massimo Del Seppia, presidente del Laboratorio – un esempio concreto è il Parco dei bambini a Marina di Pisa: in questo modo nel progetto non ci sono solo architetti e politici, ma anche i cittadini hanno un ruolo primario".

"In circa 10 anni di esperienze in tutta Italia, G124 ha costruito un metodo partecipativo che coinvolge le comunità, facendole affezionare a progetti che cercano di arrivare in luoghi dove le fragilità sono evidenti - ha concluso il professor Edoardo Narne, coordinatore nazionale del progetto G124 - più che di progetti si parla di metodo. E Pisa, città in cui si svolge la Biennale di Architettura, è una cornice perfetta". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane, 23 anni, è stato fermato all'aeroporto e portato in carcere. Dovrà scontare una pena per rapina e lesioni personali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca