Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PISA16°29°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 28 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lectio magistralis del ct Mancini: «L'allenatore con la sua leadership influenza il successo del team»

Attualità giovedì 07 dicembre 2017 ore 12:36

Zona stazione, si avvicina la riqualificazione

Il Comune è stato convocato a Roma il 18 dicembre, per la firma del documento che rende disponibili 18 milioni di euro di finananziamento



PISA — Ad annunciare la convocazione è stato il sindaco Marco Filippeschi: "Siamo alla svolta decisiva - ha detto -. E’ finalmente arrivata dal Governo la comunicazione che Pisa è chiamata a Roma il 18 dicembre per la firma del documento che rende disponibile il finanziamento".

I soldi sono quelli destinati dal Governo al programma per le "Periferie degradate", al quale Pisa ha chiesto di partecipare con il progetto denominato "Binario 14". In ballo ci sono 43 milioni di euro - 18 dal bando ministeriale, 23 per la rigenerazione urbana dal conto energia, il resto garantito dai soggetti coinvolti - grazie ai quali sarà possibile ridisegnare viale Gramsci con un'unica carreggiata al centro, destinare a iniziative sociali il palazzo delle ferrovie a inizio di via Corridoni, realizzare un parco urbano lungo le mura di via Bixio, destinare a ciclostazione un'area della Sesta Porta e migliorare le zone di Sant'Ermete, San Giusto e San Marco.

Per questi tre quartieri Comune di Pisa, Apes, Società della Salute e Pisamo - che insieme si sono aggiudicati il bando e cofinanzieranno le opere - hanno messo in programma l'allargamento del cavalcavia di Sant'Ermete, la ricostruzione delle case popolari a San Giusto, un intervento strutturale in tre lotti per la sicurezza idraulica a San Marco e San Giusto, la riqualificazione di Piazza Giusti, una nuova piazza in via Quarantola e nuova strada di collegamento tra San Marco e San Giusto che passa sotto il cavalcavia sfruttando le aree ferroviarie, con verde e pista ciclabile.

Dopo la firma della convenzione a Roma, entro 60 giorni dovrà essere presentato il progetto definitivo, quindi ci saranno altri 60 giorni per la presentazione del progetto esecutivo, che consentirà di pubblicare i bandi per assegnare i lavori. Tutti passaggi che l'amministrazione vuole compiere prima della fine della legislatura.

"Sono molti soldi, circa 43 milioni, quelli che investiamo per cambiare la città e renderla più sicura - ha commentato l'assessore all'urbanistica Ylenia Zambito -. Noi come Comune possiamo, con l’urbanistica, rendere più agevole il compito delle Forze dell’Ordine e insieme rendere la città migliore per residenti e turisti".

"Questo finanziamento - ha chiosato il primo cittadino - è la conferma che per vincere i bandi pubblici ci vogliono le idee e gli atti amministrativi conseguenti; e noi ci siamo presentati con entrambe le carte in regola".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Pisa e provincia assediate dal temporale. Il forte vento ha sradicato alberi e danneggiato i tetti di alcune abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Cronaca

Cronaca