QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°25° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 18 settembre 2019

Attualità lunedì 23 febbraio 2015 ore 10:39

Procreazione assistita, L'Aoup in prima fila

L'Azienda è entrata a far parte dell’elenco dei Centri Pma d’Italia che hanno superato l’ispezione sui requisiti di conformità previsti per legge



PISA — Il Centro Pma- procreazione medicalmente assistita dell’Aoup ha ricevuto la certificazione da parte del Centro nazionale trapianti e dalla Regione Toscana, entrando quindi a far parte dell’elenco dei Centri Pma d’Italia che hanno superato l’ispezione sui requisiti di conformità previsti per legge. 

A Pisa il percorso assistenziale integrato Infertilità e procreazione medicalmente assistita, il cui referente è il dottor Vito Cela, è stato istituito nel 2012 all’interno dell’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia ad indirizzo oncologico diretta dal professor Angiolo Gadducci. 

Ogni anno vengono visitate circa 1500 coppie con problemi di fertilità e vengono eseguiti 500 cicli all’anno fra inseminazioni intrauterine e fecondazione assistita sia Fivet che Icsi. Vengono eseguiti anche prelievi dai testicoli dei pazienti con grave infertilità maschile. Uno dei punti di forza del percorso, che si avvale della presenza di un team multidisciplinare di specialisti, è la preservazione della fertilità nelle pazienti oncologiche, con conservazione degli ovociti prima di effettuare il trattamento chemioterapico. 

Anche nelle pazienti pediatriche affette da malattia oncologica, laddove c’è indicazione medica, viene eseguito il prelievo del tessuto ovarico. Nel maschio viene invece effettuata la preservazione del liquido seminale o del tessuto testicolare. Sono moltissimi gli specialisti e le Unità operative che collaborano con il Centro: biologi, endocrinologi, oncologi, senologi, ematologi, radioterapisti, pediatri, genetisti, psicologi, sessuologi, psichiatri, andrologi, reumatologi, urologi, epatologi, infettivologi, fisiopatologi della riproduzione, e naturalmente ginecologi, infermieri e ostetriche

La fase diagnostica comprende anche, se necessario, uno step chirurgico grazie alla presenza nei locali del Centro di sale operatorie e ambulatori chirurgici dove si svolgono interventi di chirurgia mini-invasiva per il ripristino della fertilità, come nel caso dell’endometriosi (isteroscopia e laparoscopie operative). 

"Sono sempre di più oggi nel mondo le coppie non fertili -si legge in una nota dell'Aoup- e questo problema determina un notevole impatto sulla loro salute mentale e sul benessere sociale complessivo della società".

Per infertilità si intende l’incapacità della donna di portare a termine la gravidanza mentre la sterilità è l’incapacità di ottenere una gravidanza entro due anni di regolare attività sessuale. 

"Le cause sono molteplici -continuano dall'Aoup- e gli stili di vita, oltre alla tendenza a posporre negli anni la prima gravidanza, giocano un ruolo determinante. Ecco perché può essere utile ricorrere a un centro specializzato (e a Pisa presto sarà possibile anche effettuare la fecondazione eterologa) nella cura di questi problemi, affinché la coppia possa essere aiutata a coronare il proprio desiderio di avere un bambino".



Tag

Italia Viva, Renzi e Vespa prendono il caffè e all'ex premier «sfugge» il nome del nuovo partito

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità