Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Cronaca martedì 10 giugno 2014 ore 14:10

Genetica degli agrumi, 8 specie a confronto

Grazie al progetto Citrustart, lo studio internazionale ha visto anche la partecipazione della scuola superiore Sant'Anna



PISA — La scuola superiore Sant’Anna ha partecipato, insieme all’università di Udine all’International Citrus Genome Consortium, un consorzio internazionale che ha studiato il genoma del clementine e di altri sette agrumi per ricostruire l’origine delle specie oggi più coltivate.

La partecipazione italiana al consorzio è stata possibile grazie al progetto Citrustart, finanziato dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali nel 2009.

Lo studio, condotto insieme a studiosi statunitensi, francesi e brasiliani ha permesso di descrivere il contenuto in geni degli agrumi e di ricostruire come, a partire da un numero limitato di specie selvatiche, si siano ottenute con una serie di incroci le specie oggi più largamente utilizzate dall’uomo per la sua alimentazione.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista internazionale Nature Biotechnology: l’arancio dolce e l’arancio amaro sono derivati dal mandarino dal pomelo ma, ma rispetto al secondo, l’arancio dolce ha uno schema di incrocio più complesso. Il clementine è il risultato dell’incrocio fra arancio dolce e mandarino, mentre il mandarino Murcott risulta essere un nipote dell’arancio dolce. Infine, quelli che oggi chiamiamo mandarini e consumiamo come tali sono tutte varietà in cui sono presenti anche geni del pomelo, risultato di incroci complessi fra le due specie.

“Almeno il 45 per cento del genoma di Citrus –sottolinea il ricercatore del Sant’Anna Andrea Zuccolo- è costituito da sequenze ripetute. Il nostro contributo per questa importante ricerca si è concentrato sull'identificazione e sulla caratterizzazione di queste particolari sequenze genetiche”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme è scattato quando nel complesso militare di San Piero a Grado si è udito uno sparo. L'ipotesi più accreditata è il suicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità