Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA13°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, strattonata e rapinata poi viene trascinata dal ladro con l'auto

Politica martedì 14 ottobre 2014 ore 18:15

Spiagge di ghiaia a Marina tra lavori e polemiche

L'argomento è al centro del dibattito politico delle opposizioni: Garzella ha presentato un question time, Nerini un'interrogazione



PISA — Le spiagge di ghiaia di Marina di Pisa sono al centro del dibattito politico delle forze di opposizione in consiglio comunale.

Giovanni Garzella, capogruppo di Forza Italia-Pdl, presenta sull’argomento un “question time” per la prossima assemblea consiliare.

Dice Garzella. “Ho notato in queste settimane un rallentamento dei lavori programmati a difesa dell'abitato di Marina di Pisa. Si vocifera che questo rallentamento dei lavori sarebbe dovuto alla presenza di banchi di sabbia che non sarebbero stati censiti dai tecnici del progetto. Questi banchi di sabbia ostacolerebbero i lavori rendendo impossibile l'accesso delle chiatte ed altri mezzi che operano per la costruzione di tali strutture di difesa”.

L’esponente del centrodestra chiede pertanto al sindaco se “corrisponde al vero che i lavori per la costruzione di opere a difesa dell'abitato di Marina di Pisa siano rallentati da oltre un mese a causa di un banco di sabbia non risultante dai rilievi tecnici”.

Anche Maurizio Nerini, consigliere comunale Noi Adesso Pis@, interviene sull’argomento con un’interrogazione a Filippeschi.

Nerini vuol sapere se “il crono-programma dei lavori sia attualmente rispettato, se esistono problemi circa i banchi di sabbia non previsti che impedirebbero l’accesso all’interno delle celle ai mezzi che scaricheranno il materiale per la costruzione delle opere, se il dragaggio rallenti o meno il lavoro, se il termine ultimo di fine dei lavori risulti ancora essere, come dichiarato, il 3 dicembre 2014 e se così non fosse a chi siano addebitabili i ritardi accumulati”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'altra vittima del Covid sul territorio provinciale pisano e altri 36 nuovi casi. In Toscana ci sono 5 decessi e 285 nuovi casi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca