Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA15°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Civili torturati, trincee, bunker e mitragliatrici come nel 1915: viaggio nella prima linea ucraina dopo Kherson lungo il fiume Dnipro

Attualità venerdì 04 febbraio 2022 ore 11:50

"Ministro, servono sanzioni più severe"

La rocca di Vicopisano

Il sindaco Ferrucci e l'assessore Filippi scrivono a Cingolani per richiedere di inasprire le multe per chi inquina e per i reati ambientali



VICOPISANO — A circa un anno di distanza, il sindaco Matteo Ferrucci e l'assessore al Ciclo dei rifiuti, Juri Filippi, hanno scritto nuovamente al ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani. Obiettivo? Chiedere che le sanzioni per abbandoni e reati ambientali vengano inasprite e applicate con maggior forza.

"Come amministratori locali - si legge nella lettera - cerchiamo di coniugare una attenta promozione dell'educazione ambientale a una puntuale repressione dei delitti ambientali anche in prima persona, in sinergia con le associazioni e con molti cittadini e cittadine particolarmente sensibili, organizzando costantemente giornate di pulizia dai rifiuti abbandonati, inserendo progetti di educazione ambientale nell'offerta formativa delle scuole, facendo incontri con la cittadinanza e coinvolgendo la polizia municipale e le forze dell'ordine, la cui azione è insostituibile, per multare chi inquina e non rispetta gli altri e il territorio".


"Portiamo avanti un progetto ambientale articolato, compatibilmente con le nostre risorse economiche, cercando di non tralasciare nessun aspetto - hanno proseguito Ferrucci e Filippi - dallo stimolo all'utilizzo di energie rinnovabili, come qualcosa di strettamente connesso a molteplici aspetti della nostra vita, alla corretta gestione del ciclo dei rifiuti, dalla valorizzazione dell'importanza della raccolta differenziata, alla riduzione a monte dei rifiuti, del loro riuso e riutilizzo, alla lotta alla plastica".

"Vorremmo fortemente che il nostro Comune, Bandiera arancione del Touring Club italiano, diventasse sempre più un giardino, pulito, rispettato e anche più sicuro - hanno scritto - tramite una nostra associazione, Vico Verde, collaboriamo, tra l'altro, attivamente con il Consorzio 1 Toscana Nord anche per monitorare i rii e le loro sponde, per eliminare quanti più rifiuti possibile e segnalare costantemente eventuali criticità per la difesa del suolo".

"Siamo consapevoli che qualcosa è stato fatto, ma evidentemente l'attuale normativa non è abbastanza incisiva ed efficace - hanno concluso - è indispensabile inasprire le sanzioni e renderle più facilmente applicabili, e per questo le chiediamo nuovamente di farsi portavoce con il Parlamento delle nostre istanze".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, aggiornati alle ultime 24 ore, emergono dal monitoraggio regionale che fa il punto sull'andamento dell'epidemia in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità