Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:43 METEO:PISA20°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Jacobs: «Sono solo nato in Texas, l'Italia è la mia Nazione». Tamberi: «Sono l'uomo più felice al mondo»

Sport sabato 14 giugno 2014 ore 14:15

Battini si sfoga e poi presenta Vitale

Il Pisa è a una svolta. Battini chiude il capitolo passato lanciando diverse freciate a Lucchesi. Presentato Vitale.



PISA — Il presidente Carlo Battini decide di dividere la conferenza stampa in 3 parti. Una per analizzare la stagione passata, una per presentare Pino Vitale e il fidato collaboratore Renzo Melani, e una per illustrare i progetti futuri.

Il Presidente punta subito sul bersaglio grosso che è l'ex D.s. Fabrizio Lucchesi. Battini non ha mezze misure:“Sono molto rammaricato e non sono stato aiutato nemmeno da chi ha preso 200.000 euro. Ha fatto tutto lui a cominciare dall’esonero di Pagliari, che è sempre mio amico, poi ha portato Cozza che in due mesi mi è costato un occhio della testa. Aveva un premio di 50 mila euro. Dopo una campagna acquisti importante a gennaio puntavamo alla B .

Volevo prendere anche Arrighini ma il Pontedera non lo vendeva, dopo l'infortunio di Grassi. Lucchesi ha insistito ma secondo me la cosa non era fattibile. Era dal 14 aprile del 2013 che Lucchesi tramava con un uomo di fiducia di Cozza, ha messo tutti contro tutti, minacciando anche i giocatori. Dopo Pontedera io volevo esonerare Cozza. Ancora una volta ho avuto un buon intuito e dopo un mese ho trovato Menichini. Brava persona e mi dispiace che non sia rimasto. Stiamo cercando un allenatore di grido." In chiusura Battini se la prende, come dice lui, con certa stampa:"Se ce ne sarà bisogno farò silenzio stampa dal primo all’ultimo giorno. Lo dico una volta per tutte: si deve correre tutti insieme, se no non si va da nessuna parte. Teniamoci per mano, cerchiamo di correre, cerchiamo di volare tutti insieme. Ora si cambia registro." Battini annuncia Vitale che subito dopo entra in sala stampa, assieme ai collaboratori Melani ed Orlandini.


Pino Vitale, una lunga esperienza alla Lucchese e all'Empoli con tanti successi, prende subito qualche applauso e si presenta:”Ringrazio il presidente per avermi cercato, ritengo Pisa sia una grande piazza. Un avventura stimolante. Si vuol fare calcio in una certa maniera. Ho un contratto di un anno. Se falliamo è giusto che venga altra gente. Il nostro obiettivo è la B. Ci vuole tempo per costruire la squadra. Bisogna fare una rosa di venti. Trovarne 17-18. Pubblico eccezionale, società seria che paga tutto. Da domani abbiamo bisogno di lavorare con serenità. Vogliamo partire il 17 Luglio in ritiro per poter giocare alla pari con quelli che concorrono. Ho studiato all’università della strada, non sono un dottore, ma conosco il calcio da 35 anni. A Pisa vengo con entusiasmo. Porto serietà conoscenza ed esperienza che mi ha dato il calcio. E' importante che io abbia la fiducia del presidente, poi dovrò conquistarmi la fiducia di tutti."

Vitale ribadisce l'obiettivo della promozione e parla anche di Braglia:" Io per primo vorrei andare in serie B. Non possiamo fare nomi per una questione di tempistica, non ci siamo soffermati solo a Braglia. Il profilo è comunque quello di un allenatore esperto con campionati vinti in B e in C. Dobbiamo avere 48 ore e 72 ore di tempo, non ne dobbiamo parlare adesso ma tra di noi. Nomi di giocatori non ne faccio, sarà il tempo che ci farà capire quali sono gli obiettivi. Spero di avere qualche vantaggio con le mie conoscenze. Goldaniga è stato uno dei ragazzi che ha fatto bene ma ha molte squadre che lo cercano in B. e sarà difficile trattenerlo anche in prestito. L’ideale sarebbe quello di miscelare tra giovani e gente di categoria." Uno sguardo ai gironi e alle comproprietà:"Ho chiesto di cercare di vedere un girone con toscane, emiliane, Ascoli e Ancona. Non abbiamo un settore giovanile importante, anche perché 5 anni fa Battini ha dovuto pensare alla prima squadra, quindi dovremo ritoccare. All’inizio è più facile partire in 15 che in 22. Ho parlato con Sabatini per le comproprietà e ho già un idea."

Sulla battuta di Nelso Ricci alla sua presentazione a Pistoia, quando si è la sciato sfuggire che con Braglia e Vitale il Pisa vince sicuro:"Ricci è un istrione e un amico". Infine sul campo di allenamento:"Non possiamo fare gli zingari a giro per la provincia di Pisa. Ci vuole un campo dove ci alleniamo tutti i giorni vicino a noi."

Qui interviene di nuovo Battini:” Il campo sarà nel comune di Pisa. Anche il settore giovanile sarà rinnovato con la co-gestione con la biancoforno di Luca Lami. Partiranno anche i lavori al manto dell'Arena per lunedì prossimo." Battini elogia Vitale:"E' una persona seria, come i suoi collaboratori. "Non possiamo parlare ora di nomi .Un budget bisogna darcelo. Noi non si deve perdere l’obiettivo è quello di vincere. Se qualcuno mi vuole dare una mano le porte sono aperte, ma tratto solo con persone serie."

Infine un saluto anche da parte di Renzo Melani:” Io e Pino siamo come fratelli. Quando si è presentata questa opportunità ho detto subito di si. Sono un collaboratore, ma porta la mia esperienza. Non alleno da anni, ma sono sempre rimasto nel mondo del calcio". 

Pino Vitale "vorrei che le squadre toscane fossero tutte in
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore. Oltre il 75 per cento dei nuovi contagi si è verificato tra bambini, ragazzi e giovani sotto i 35 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità