Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA23°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 01 agosto 2021

PAGINE ALLEGRE — il Blog di Gianni Micheli

Gianni Micheli

Diplomato in clarinetto e laureato in Lettere, da sempre insegue molteplici passioni, dalla scena alla scuola, dalla scrivania alla carta stampata, coniugando il piacere della scrittura con le emozioni del confronto con il pubblico, nei panni di attore, musicista, ricercatore, drammaturgo e regista. Dal 2009 è iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Toscana riversando nella scrittura del quotidiano le trame di un desiderio di comunicazione in cerca dell’umanità dell’oggi, ispirata dalle doti dell’intelligenza, della sensibilità e della ricerca della felicità immateriale.

​Questo articolo è un regalo di Natale

di Gianni Micheli - mercoledì 09 dicembre 2020 ore 16:19

Oggi è un giorno speciale. Pensate a questo post come a un pacco regalo. Pensate a queste prime righe che state leggendo come a quel nastro che avete tagliato, a quella carta regalo che state stracciando. Ne sentite il rumore? Ecco dunque davanti ai vostri occhi, accuratamente conservato, il mio regalo di Natale per voi, lettori di QUInews e delle Pagine Allegre !

Sorridete? Vi e mi chiedete: «Ma guarda, un gioco dell’oca»?

Sì, vi rispondo, un gioco dell’oca ma non un gioco dell’oca qualunque. Quello che avete virtualmente tra le mani è infatti un gioco dell’oca davvero speciale, unico nel suo genere, unico nella sua scrittura. È il gioco dell’oca dal titolo “Città con l’accento sulla A” e mette in scena nel gioco la città di Foiano della Chiana e l’invenzione di quelli che nel lontano anno scolastico 2012/13 erano 22 studenti della classe 3° della Scuola Secondaria dell’Istituto Omnicomprensivo “G. Marcelli” ora già maggiorenni e, speriamo, con un diploma alle spalle e una carriera universitaria o lavorativa davanti agli occhi.

Ho pensato a questo regalo di Natale per voi perché “Città con l’accento sulla A” è un gioco adatto a grandi e piccini, con una predilezione per le famiglie, anche numerose, in quanto, oltre alla solita fortuna/sfortuna di giochi consimili, si presenta come un reale invito al racconto di sé, al ricordo e alla condivisione. Porta tra le sue caselle, di fondo, l’idea di una narrazione necessaria, giocosa e creativa, da raccogliersi intorno a un tavolo, stimolando l’intreccio tra passato e presente, tra vissuti e generazioni, tra chi eravamo, chi siamo e, volendo, chi saremo. Spunti utili quando il gioco ha preso vita, nel lontano passaggio del 2012 nel 2013, ma necessari oggi, nell’attesa di quanti e quali DPCM ci porterà il 2021. Ho pensato inoltre a questo regalo, un regalo nato da un laboratorio scolastico, perché questo sarà il primo anno scolastico in cui non avrò modo di compiere nessun tipo di percorso nelle scuole, musicale, teatrale o legato alla scrittura creativa come fu il presente. Il primo dal 1996. Tanta è dunque la voglia di parlarvi di quanto sia preziosa la scuola che giocarci insieme può essere il modo migliore per farlo. Ho pensato infine a questo regalo perché lo considero un gioco ben fatto che al tempo della sua ideazione non fu valorizzato al di fuori della scuola - internet sembrava più alieno, i social meno sociali - e che dunque può essere steso ancora su un tavolo con il piacere di uno e tanti momenti da ricordare e condividere.

Come ogni gioco dell’oca che si rispetti “Città con l’accento sulla A” richiede un dado e dei segnaposto, tanti quanti i giocatori (non fanno parte del regalo, purtroppo). L’immagine presente nell’articolo è ovviamente ridotta ma è possibile scaricare un’immagine adatta ad una stampa di ampie dimensioni (almeno un A3) da questo link: https://bit.ly/giocodelloca.

Per invitarvi al coinvolgimento riporterò a fine articolo le regole del gioco. Chi conosce Foiano della Chiana ritroverà certo nelle immagini presenti alcuni luoghi caratteristici, ciò non toglie che al gioco possano partecipare cittadini di qualunque località.

Concludo ricordando i 22 coautori del gioco, realizzatori degli scatti fotografici, dei disegni e, insieme a me e alla prof.ssa Simona Baldassarri, delle regole “creative”: Bellini Edoardo, Bichi Sofia, Cerci Michela, Cherchi Nicole Mara, Cirillo Ciro, Cirillo Fabio, Curpan Daniela Cristina, De Luca Ludovica, Digiglio Irene, Fanciulli Lorenzo, Forte Gianluca, Mencarelli Federica, Nagy Karoly Claudiu, Narciso Niccolò, Piromallo Noemi, Preda Ioan Gabriel, Risani Federica, Singh Amndeep, Sirignano Matteo, Sova Diana Ioana, Tanganelli Giada, Tofanelli Camilla.

Buon gioco! Buon avvicinamento al Natale in famiglia!

Regole del gioco “Città con l’accento sulla A”:

1. Racconta un fatto accaduto davanti alla tua scuola.

2. Stai fermo un turno.

3. Fra una scala che scende in cantina e una che sale in soffitta quale scegli? Perché?

4. Quale sport preferisci?

5. Ritira il dado. Se fai 2 o 6 realizzi un assist e regali un avanzamento di 5 caselle a un giocatore a tuo piacere.

6. Hai vissuto momenti felici nella tua città? Se ne racconti uno avanzi di 13 caselle.

7. Vai avanti di 3 caselle.

8. Se sei donna, elenca gli ultimi cosmetici che hai comprato. Se sei uomo, elenca gli ultimi oggetti

tecnologici che hai comprato.

9. Quali pratiche devi fare in Comune?

10. Racconta l’ultima volta che sei andato dal Dottore.

11. Riposati per un turno.

12. Di quali argomenti tratti sotto le logge?

13. Ti è mai corso dietro un cane? Se sì corri fino alla casella 11.

14. Ricordi i nomi dei tuoi maestri di scuola?

15. Hai mai incontrato un personaggio famoso lungo un viale della tua città?

16. Gioia. W il Carnevale di Foiano! Resta in questa casella per 1 turno.

17. Stavi passeggiando in campagna, in Via del Pesco, quando un feroce cane ti ha rincorso. Ora sei bloccato su un albero. Tira il dado e fai un numero dispari per scappare altrimenti stai fermo 2 turni. Nel primo caso avanza di una casella.

18. Ti è mai capitato di ripararti dalla pioggia entrando nell’ingresso di una casa sconosciuta?

19. Hai mai passeggiato di sera?

20. Hai mai aiutato un vecchino? Se sì, sii orgoglioso di te stesso e ritira il dado.

21. Elenca i giochi che puoi fare con il tuo cane. Se non hai un cane immaginali.

22. Sei cascato in una buca di un campo da calcio. Stai fermo 2 turni.

23. Casca giù per le scale di Piazza Cavour. Quindi torna indietro di 5 caselle.

24. Ricorda uno scatto fotografico di cui vai fiero.

25. Hai mai portato via le saponette dagli hotel?

26. Hai mai fatto figuracce nella tua città? Se la risposta è no indietreggia di 7 caselle.

27. Un mostro ti ha fatto paura dietro l’angolo di Piazza Cavour. Stai fermo 2 turni.

28. Ti ricordi il momento in cui hai iniziato a tifare per una squadra di calcio?

29. Hai mai visitato un posto abbandonato? Quale è stata la tua reazione?

30. Lunedì. Stai fermo un turno per ammirare le mie bruttissime faccine.

31. Elenca i pericoli della strada.

32. Ti trovi in un chiostro di un convento... a cosa pensi?

33. Ti è mai caduto qualcosa dalla finestra?

34. Sei stato bocciato! Torna alla partenza...

35. Hai vinto!

Gianni Micheli

Articoli dal Blog “Pagine allegre” di Gianni Micheli

Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità