Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal patto del Nazareno all'elezione di Mattarella, i giorni del Quirinale - Il videoracconto

Attualità giovedì 19 settembre 2019 ore 14:15

Cure dentarie e bambini autistici, Pisa primeggia

Cure dentarie e bambini autistici: Pisa avanguardia a livello nazionale grazie a un'App. Una giornata dedicata a genitori e specialisti



PISA — Pisa - cure dentarie - bambini autistici, un tri-nomio che funziona da ormai tre anni e che rappresenta un unicum a livello nazionale. Grazie a un progetto pionieristico, infatti, in Aoup si riesce a curare il cavo orale (igiene, sigillatura molari, carie) dei bambini affetti da autismo senza dover ricorrere alla sedazione o all’anestesia generale. Il tutto come se fosse un gioco. Utilizzando una App (“My Dentist”), creata appositamente dopo un lavoro di tesi in Odontoiatria e protesi dentaria e in Informatica umanistica, è stato ideato, con l’ausilio di supporti multimediali e di professionalità trasversali, un percorso di familiarizzazione graduale con gli ambulatori odontoiatrici - che solitamente spaventano tutti i bambini – fino ad arrivare alle cure vere e proprie. Senza ricorrere, come detto, alla sedazione cosciente o all’anestesia generale.

Un risultato straordinario, ottenuto inizialmente su un campione selezionato di bambini dai 6 ai 13 anni e che, dal 2016, è andato avanti anche con pubblicazioni scientifiche tanto che se ne parlerà diffusamente nel convegno ““Il mio sorriso non è (in)differente”, in programma il prossimo 21 settembre al Polo Piagge di Pisa (inizio alle 8.30). Autismo, prevenzione e tecnologia: questi i temi centrali dell’evento, che illustrerà i risultati degli ultimi due anni del progetto, al quale hanno collaborato Unipi, Aoup e Cnr.

Un risultato reso possibile grazie al supporto del Dipartimento di Informatica, con la dottoressa Mariasole Bondioli e la professoressa Susanna Pelagatti, anche presidente dell’associazione “Autismo Pisa e Valdera” e dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa. Il progetto, portato avanti in Aoup dalla dottoressa Francesca Pardossi, si è sviluppato sotto la direzione della professoressa Maria Rita Giuca (Unità operativa di Odontostomatologia e chirurgia del cavo orale, diretta dal professor Mario Gabriele), che si occupa da anni di Odontoiatria pediatrica negli ambulatori dell’Ospedale Santa Chiara.

Il gruppo di lavoro si è avvalso della visione in successione su supporti multimediali di CAA (disegni utilizzati per la comunicazione), fotografie e filmati di ambienti domestici, figure familiari e dell’ambiente odontoiatrico (videomodeling). I bambini sono stati così abituati ai rumori, alla ritualità dei gesti dei familiari e del personale dell’ambulatorio, ai colori e hanno cominciato a collaborare, sedendosi sulla poltrona e facendosi visitare sotto la lampada odontoiatrica, con tutti gli attrezzi del mestiere. Con la necessaria gradualità si sono poi sottoposti a sedute di igiene orale professionale, alla sigillatura dei molari e anche alla cura delle carie semplici. Un successo senza precedenti se si pensa che, spesso, i bambini affetti da disturbi dello spettro autistico arrivano in età adolescenziale con una dentatura compromessa, dove l’unica soluzione terapeutica è l’estrazione dei denti cariati, che può essere eseguita solo in anestesia generale. In questo modo, invece, si riesce a fare prevenzione anche in un settore, come quello odontoiatrico, che ha sempre rappresentato una grave difficoltà per le famiglie con queste problematiche. Il progetto è uno dei pochi, a livello internazionale, che integri la tecnologia con la neuropsichiatria e l’odontoiatria per questa tipologia di bambini. L’autismo, infatti, è soprattutto un modo di essere e bisogna saper entrare in quel mondo per migliorare la qualità della vita di chi ne è affetto e dei suoi familiari. Questa applicazione sperimentata a Pisa è riuscita nello scopo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, di Viareggio, era in bici con il marito lungo l'Aurelia ed è stata ricoverata in gravi condizioni. E' caccia all'automobilista pirata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca