Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:30 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Cronaca giovedì 05 giugno 2014 ore 22:33

Don Ciotti e quel taglio del nastro per imparare a reagire

​“Il problema non sono mafia e corrotti, siamo noi. Possibile che gli italiani non riescano a cambiare le cose?" ha chiesto. Invocando"una legge vera" contro mafia e corruzione



PISA — “Il problema non sono la mafia e i corrotti, il problema siamo noi. Possibile che gli italiani non riescano a cambiare le cose? Il tema non è allora la legalità ma la responsabilità di ciascuno di noi nel denunciare”. 

Don Ciotti a Pisa in occasione dell'inaugurazione dell'edicola sequestrata alla mafia e oggi riconsegnata a una cooperativa che la utilizzerà a scopi sociali non esitare e non risparmia critiche a nessuno. Prima di inaugurare l'edicola di Borgo Stretto che dovrà essere un simbolo della rinascita dopo che è stata sequestrata a un soggetto ritenuto dalla procura distrettuale antimafia di Firenze vicino alle cosche, il fondatore di libera ha tenuto una lectio magistralis in cui a esaminato con lucidità e senza falsi pudori il problema della corruzione e della mafia. In provincia di Pisa, uno dei più stretti collaboratori di don Ciotti è don Armando Zappolini, parroco di Perignano impegnato con Libera nella lotta contro le mafie e le tossicodipendenze.

Ciotti ha anche aggiunto: “In Italia serve una legge vera contro la corruzione non una mezza legge come è adesso”. Ma soprattutto la gente non deve essere indifferente. Poi don Luigi Ciotti ha avuto parole di stima per la Toscana e per i Toscani che hanno saputo reagire, ora spetta ancora un volta alla toscana e in particolare ai pisani far vivere e crescere l'edicola di Borgo Stretto simbolo della risposta della società contro la malavita.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Attualità