Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PISA20°28°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti

Attualità venerdì 23 giugno 2023 ore 09:35

Due nuove Rsa a Vicopisano, il progetto

Approvata la variante urbanistica, a breve sarà presentato il permesso a costruire. Nel nuovo polo socio-sanitario due Rsa da 80 posti ciascuna



VICOPISANO — Nella frazione di Guerrazzi sorgerà un nuovo polo socio-sanitario con due Rsa da 80 posti ciascuna. La progettazione ha raggiunto la fase definitiva e a breve, essendo stata approvata la variante urbanistica, sarà presentato il permesso di costruire. Ad annunciarlo, per mezzo di una nota, è il Comune di Vicopisano.

L'edificio sarà distribuito su due piani con accesso dalla SP 3 Bientina per Altopascio, e facilmente raggiungibile dai comuni limitrofi. "Un'opera davvero molto importante per il nostro territorio  - dicono il sindaco Matteo Ferrucci e l'assessora alle politiche sociali Valentina Bertini - attesa da tempo poiché porterà numerosi servizi sanitari vicini alla popolazione, rappresentando un elemento di qualità notevole per la nostra comunità e non solo. Al suo interno si svolgeranno, infatti, in sintesi, attività socio-assistenziali specializzate, destinate alle persone anziane non autosufficienti, a quelle che lo sono parzialmente e anche a quelle autosufficienti, ma che necessitano di prestazioni che possono essere garantite con i servizi domiciliari o nella, cosiddetta, residenzialità leggera. Inoltre è prevista assistenza medica, infermieristica e riabilitativa, accompagnata da un alto livello di tutela assistenziale e alberghiera".

"La struttura - spiega l'architetto Valerio Baggiani cui è stato affidato il progetto- è articolata in una serie di nuclei residenziali, di venti posti letto ciascuno, organizzati per erogare, ognuno, specifici livelli di assistenza. La gestione sarà caratterizzata da una elevata capacità di risposta ai complessi problemi sanitari e particolare attenzione sarà data alle fragilità cognitive e alle demenze. In questo modo un polo così diversificato e specializzato potrà assicurare sinergie, competenze, costanza di ricettività ed elevata capacità di risposta alle diverse problematiche delle persone anziane in stato di bisogno."

Ci saranno, ad esempio, nuclei destinati a persone che presentano necessità infermieristiche medio-basse, un nucleo per anziani con fragilità cognitiva e quindi più specifici, uno per le cure intermedie, per l'accoglienza post ospedaliera in caso di dimissioni protette, uno ad alta intensità cognitivo, dedicato alla demenza (con spazio riservato all'Alzheimer), uno ad alta intensità motorio, per la riabilitazione di persone con Parkinson o altre esigenze riabilitative e con la possibilità di accogliere anziani anche con disabilità importanti, e uno ad alta intensità vegetativo, per persone in stato vegetativo persistente o persone in stato terminale, una centrale di coordinamento per l'assistenza domiciliare, un punto di prelievi in collaborazione con un centro diagnostico, un centro diurno per anziani e famiglie che comunque vogliano mantenere un legame più stretto con i propri cari e la propria indipendenza ecc.

"La realizzazione delle due Rsa - aggiungono il sindaco e l'assessora - avrà anche una ricaduta occupazionale importante visto che comporterà l'assunzione di professionisti e operatori qualificati, oltre cento, tra operatori socio-sanitari, infermieri, educatori, psicologi, fisioterapisti, amministrativi, operatori di ristorazione, manutentori e assistenti sociali. Le strutture, inoltre, saranno alimentate da un impianto fotovoltaico e tutta l'area sarà piantumata con essenze autoctone sia negli spazi adibiti a giardino che lungo le zone di parcheggio, dove saranno collocate colonnine per le auto elettriche. Infine nell'ambito dell'intervento è prevista la realizzazione e la cessione al Comune di uno spazio pubblico attrezzato di 1300 metri quadri, un parco con alberi e recintato, che consentirà a cittadini e cittadine di socializzare, riposare e trascorrere piacevoli momenti. Ringrazio l'avvocato Baggiani e il suo studio per l'accurata e dettagliata spiegazione di come sorgerà il polo socio-sanitario, oltreché per la professionalità, e per i rendering che possono dare una prima idea di come sarà la struttura una volta completata".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Code chilometriche questa mattina lungo la strada di grande comunicazione. L'impatto è avvenuto in direzione mare tra un camion e un'auto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Sport