Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:10 METEO:PISA19°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Addio a Piero Angela, il figlio Alberto: «È stato come vivere con Leonardo da Vinci»

Attualità giovedì 28 agosto 2014 ore 12:15

I quadri di recupero dell'artista del terzo mondo

Così si definisce Costa Villar, in mostra a Pisa fino al 30 settembre



PISA — Resterà a Pisa fino al 30 settembre. L’Istituto Ibra, in collaborazione con la Provincia di Pisa e il Centro Nord-Sud, organizza la mostra di Costa Villar, un artista brasiliano di Santos che rappresenta una delle espressioni più originali e creative del Brasile di oggi.

La mostra è uno scambio, che in pochi mesi ha permesso di far dialogare Pisa e Santos attraverso il linguaggio dell’arte: nel novembre 2013 con una prima personale di Paolo Lapi in terra paulista, oggi con la prima in Italia di Villar.

Realtà ed emozioni, tra l’arte sostenibile e Wittgenstein, nella sede della Provincia, in piazza Vittorio Emanuele, sono esposti 23 quadri di tre serie di Villar: Espressionismo creativo (la serie “Pesci” e il quadro del Cristo in bicicletta”), Teoria del linguaggio ispirata a Wittgenstein e la serie Favela su palafitta.

Il supporto su cui sono realizzate le opere accomuna i quadri. Che hanno un retro, una seconda faccia. “Per dipingere - spiega Costa - non è necessario avere carta artistica e strumenti sofisticati”, per questo “è un mestiere possibile anche per chi”, come si definisce Villar “è un artista del terzo mondo”. 

I quadri sono realizzati su materiali di recupero. Nella mostra di Pisa sui cartoncini delle offerte dei supermercati giunte a termine. Per l’artista è come dare un'altra vita alla carta destinata al macero e comunicare che la necessità di tradurre sentimenti in arte ed immagine è più forte dei mezzi che si utilizzano per realizzare l’opera. Una lezione forte e diretta di sostenibilità.

E sull’altra faccia dei cartoncini promozionali il pittore santista accompagna il pubblico in un viaggio che fa osservare, in un caso, la tragica e poetica vita della favela, in una denuncia dell’emarginazione e della povertà della vita che mai scade in retorica ma è guidata dalla comprensione, dalla vicinanza e dalla poesia.

Ma è forse la serie dedicata al linguaggio che rappresenta la parte più originale della mostra.

La mostra, patrocinata anche dall’ambasciata del Brasile a Roma, si può visitare dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18,30 con ingresso libero.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 2.240 gli enti della regione che hanno ricevuto una donazione dai contribuenti tramite al dichiarazione dei redditi 2021
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità