Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA16°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, c'è una novità e un solo vincitore: ora è il tempo della responsabilità

Attualità lunedì 11 luglio 2022 ore 10:30

Il Cascina diventa Ponsacco, "Ce ne andiamo"

La società nerazzurra annuncia l'ok al cambio nome da parte della Figc e replica al sindaco Betti: "Lo alleggeriamo dal peso di doverci incontrare"



CASCINA — L'Asd Cascina è ufficialmente Asd Mobilieri Ponsacco. A comunicarlo è la stessa società nerazzurra che, dopo l'accoglimento della richiesta avanzata alla Figc per il cambio di sede legale e di denominazione, ha fatto il punto sulla situazione. Non risparmiando frecciatine all'amministrazione.

"Negli ultimi 20 giorni abbiamo scelto la strada del silenzio, in attesa che la federazione si pronunciasse ufficialmente. Abbiamo assistito a una polemica meramente politica, caratterizzata da maldestri tentativi di scaricabarili, senza che mai nessuno abbia avuto il coraggio di prendersi qualche responsabilità - hanno scritto - abbiamo assistito anche alla nascita di tanti tifosi e appassionati che, improvvisamente, si sono affezionati alle sorti della squadra della loro città. Evento che ci ha colti di sorpresa, visto che negli ultimi anni e nonostante i risultati sportivi, sono stati ben pochi i presenti allo stadio".

"Abbiamo letto di presunte difficoltà economiche della società, di mancato attaccamento al territorio e dell'abbandono di ogni progetto giovanile per concentrare le risorse sulla prima squadra. Considerazioni fatte con estrema superficialità da chi, evidentemente, negli ultimi anni non ha seguito le vicende calcistiche cascinesi - hanno continuato - è bene fare chiarezza e ripercorrere la storia recente".

"L'attuale proprietà, dopo essere stata principale sponsor e aver vinto Coppa Italia di Promozione e play-off, ottenendo il passaggio in Eccellenza, ha rilevato l'Asd Cascina nella stagione 2019/2020. Nelle 3 stagioni successive la squadra è stata condotta fino alla Serie D, mantenuta con un'importante salvezza - hanno ricordato - l'associazione, che è bene ricordare è nata nel 2016 a seguito di una fusione tra Asd Cascina Valdera e Perignano Calcio, ha visto, negli ultimi anni, ridurre drasticamente la propria esposizione debitoria".

"Abbiamo fatto la scelta, in accordo con l'allora amministrazione comunale, di interrompere l’attività del nostro settore giovanile, ma ciò è stato fatto nell'ottica di un più ampio progetto con le maggiori associazioni sportive del territorio. Sono stati infatti stretti accordi con Atletico Cascina, che ci ha ospitati a titolo gratuito presso lo stadio, San Frediano e Zambra. In questi anni, tuttavia, siamo sempre stati costretti a chiedere ospitalità alle varie associazioni del territorio e non solo. Abbiamo sempre trovato disponibilità da parte di tutti, ma crediamo fortemente che una società debba avere una casa e questo a Cascina, per noi, non è possibile: il progetto di riqualificazione dell’area sportiva Redini e Spazzavento, condotto insieme all'Atletico Cascina, è tristemente arenato negli uffici comunali". 

"Ce ne andiamo, con l'entusiasmo e la consapevolezza di aver intrapreso un percorso diverso, che vedrà l'attuale proprietà investire in un centro sportivo e in un proprio settore giovanile che andrà, con pazienza, costruito - hanno affermato - ce ne andiamo anche con la consapevolezza di aver alleggerito il sindaco Betti dal peso di doverci incontrare, anche se, onestamente, non comprendiamo tutta la fatica che lo stesso avrebbe fatto nel corso del suo mandato nell'ascoltare le nostre richieste, come dallo stesso sostenuto".

"Ricordiamo infatti che Betti, allo stadio, si è visto in una sola occasione, quella della finale dei play-off nella stagione passata, ma soprattutto ricordiamo che l'unico incontro avuto nel palazzo comunale con il sindaco si è svolto a Maggio scorso, incontro dal quale siamo sempre in attesa di ricevere risposte concrete e non un elenco di improbabili promesse e numeri, citati solo per giustificare una chiara incapacità di gestione - hanno concluso - Betti, evidentemente, fa parte, anche lui, di quel folto gruppo di ritrovati tifosi occasionali".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lutto per la scomparsa di Anna Di Milia Tongiorgi, Cavaliere della Repubblica Italiana e fino al 2021 presidente dell’associazione Non più Sola
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Cronaca

Cronaca