Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:15 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rubavano nella mensa dell'ospedale: il bottino da 24mila euro in appena due mesi

Politica martedì 02 marzo 2021 ore 17:10

"Sì della Soprintendenza anche se non necessario"

La cancellata a chiusura il camminamento coperto del Giardino Scotto

Così l'assessore Latrofa sul caso della cancellata installata all'ingresso del camminamento del Giardino Scotto. Auletta: "Per me resta uno scempio"



PISA — "Si tratta di un intervento di messa in sicurezza d’urgenza e con parere favorevole, anche se non necessario, della Soprintendenza". E’ quanto dichiarato in consiglio comunale dall’assessore ai lavori pubblici, Raffaele Latrofa, che ha risposto ad un question time presentato da Francesco Auletta (Diritti in Comune) relativo alla cancellata anti-scavalco fatta installare dal Comune per mettere in sicurezza la galleria che si trova nella parte alta del Giardino Scotto. Un intervento che, avevano già spiegato da Palazzo Gambacorti, si è "reso necessario a seguito di numerose segnalazioni da parte di residenti della zona, che testimoniavano come la galleria fosse utilizzata per compiere attività illecite legate al consumo e spaccio di droga e altri atti non rispettosi del decoro pubblico".

"L’avvenuto intervento di chiusura degli accessi posti sul lato nord del percorso romantico di Giardino Scotto – ha spiegato Latrofa - è stato comunicato dall'arch. Daole alla Soprintendenza ai sensi dall’articolo 27 del Codice dei beni culturali e del paesaggio. Nella sua risposta, firmata dall’architetto Tampieri e dalla soprintendente arch. Valente, la Soprintendenza, cito testualmente, “prende atto favorevolmente dell’avvenuta messa in sicurezza d’urgenza del percorso romantico nella parte nord del Giardino Scotto. Qualora si intenda realizzare un sistema definitivo di chiusura sarà sottoposto a questo ufficio un progetto per il parere di competenza. L’architetto Tampieri mi ha poi personalmente precisato che la comunicazione ex art. 27, vista l'urgenza, non occorre che sia precedente l'opera e che il parere non deve essere atteso per realizzare l'intervento".

"Mi preme inoltre sottolineare – ha aggiunto Latrofa – che nell’intervento di installazione della cancellata è stata utilizzata una tipologia di ancoraggio "a cravatta" che non prevede alcuna perforazione delle murature esistenti. Questo proprio perché si tratta di un intervento urgente e provvisorio. Quando verrà realizzata la chiusura definitiva presteremo grande attenzione all’aspetto estetico e sottoporremo il progetto al dovuto nullaosta della Soprintendenza".

Auletta ha replicato lamentando di aver chiesto invano gli atti agli uffici. "Io aspetto con ansia di vedere questi atti - ha detto il consigliere di minoranza -. Sicuramente sarà molto interessante controllare le date: perché se ho capito bene l'assessore parla del 24 Febbraio, quando l'intervento è stato realizzato il giorno prima, il 23. Ad ogni modo noi, lo ribadisco, lo riteniamo uno scempio. Penso che tutto questo con la questione della sicurezza non abbia assolutamente nulla a che vedere: continuate a pensare che si possano chiudere aree della città e non affrontare i veri problemi, cercando di dare le risposte securitarie sbagliate, soprattutto in un un luogo facilmente controllabile come il Giardino Scotto".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per i soccorsi è stato richiesto l'intervento dell'eliambulanza Pegaso. L'incidente attorno alle 11,30 in via Poggiberna, nei pressi di Pomaia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca