Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PISA21°29°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«L'Economia», come funziona la nuova app del Corriere: l’assistente virtuale e oltre 30 mila contenuti
«L'Economia», come funziona la nuova app del Corriere: l’assistente virtuale e oltre 30 mila contenuti

Politica mercoledì 10 luglio 2024 ore 10:00

Fondazione Teatro Verdi, bagarre su Magnani

Pierpaolo Magnani

La scelta dell'ex assessore come presidente della Fondazione al posto di Tangheroni fa discutere: per il PD la legge Severino ne vieta la nomina



PISA — Se ne parlava da tempo e, alla fine, la scelta del sindaco Michele Conti per la presidenza della Fondazione Teatro Verdi si è diretta sull'ex assessore alla Cultura Pierpaolo Magnani. Che, dunque, subentra alla ormai ex presidente Patrizia Paoletti Tangheroni, che non proseguirà per un terzo mandato consecutivo.

La nomina, però, è filata tutt'altro che liscia. Questo perché, immediatamente, alle critiche legate alla politicizzazione del ruolo, che sarebbe stato assegnato solo per mera compensazione tra le forze politiche del centrodestra, 

"Ancora una volta il sindaco ha fatto un passo falso con una nuova nomina - hanno spiegato il capogruppo del Partito Democratico Matteo Trapani e la consigliera Silvia Paganin - a norma di legge, Magnani non può ricoprire questo incarico. Era assessore nella precedente Giunta e la legge Severino parla chiaro: i componenti della Giunta non possono essere nominati al vertice di un ente di controllo pubblico comunale, come di fatto è il Teatro Verdi, prima di due anni dalla conclusione dell'incarico".

Dunque, avendo ricoperto il ruolo fino al 2023, l'incarico non sarebbe possibile. "Non è possibile che Conti continui a fare errori su errori proprio sul tema delle nomine pensando più a se stesso che alla città - hanno aggiunto - riteniamo curioso anche il fuoco che si è aperto contro lo stesso sindaco da tutte le forze di maggioranza: probabilmente il sindaco ha fatto tutto di testa sua. Questa vicenda, tuttavia, rallenta ancora di più la soluzione dei problemi posti dai sindacati sulla difficoltà dei lavoratori e le ingerenze della politica e rappresenta un pessimo segnale proprio alle porte della nuova stagione".

E mentre il PD dichiara di aver già depositato un question time per avere chiarimenti, Magnani, su Facebook, ha confermato la nomina e ringraziato il sindaco. Con una specifica. "Ringrazio il sindaco Conti per la fiducia accordatami - ha scritto - ci tengo solo a precisare, per correttezza e chiarezza, che il mio nome non è da considerarsi in quota Lega, partito dal quale sono uscito circa due anni fa, nel momento in cui ho deciso di fondare il movimento civico Pisa Punto Zero".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le musiche di Battiato, Battisti, Dalla e Carrà assieme a Sandy Marton e Tracy Spencer saranno i protagonisti di tre date del cartellone di Marenia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità