Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rubavano nella mensa dell'ospedale: il bottino da 24mila euro in appena due mesi

Attualità domenica 28 febbraio 2021 ore 09:45

Fontanello a pagamento, Riglione si ribella

Protesta a Riglione contro il fontanello a pagamento

Protestano gli abitanti della frazione contro l'installazione di un fontanello di acqua che sarà a pagamento. Sit-in e cartelli in piazza D'Antona



PISA — Circa 400 firme raccolte, cartelli e un sit-in di protesta andato in scena ieri: molti cittadini di Riglione e Oratoio chiedono nuovamente che sia installato un fontanello di acqua pubblica non a pagamento, come invece è nelle intenzioni dell'amministrazione comunale di Pisa.

"Dopo una lunga battaglia - così dal Comitato di quartiere Oratoio e Riglione - sembra che finalmente anche il quartiere di Riglione avrà il suo fontanello pubblico ma purtroppo non sarà come quelli già presenti sul territorio comunale, ovvero gratuiti come a Pisanova e al Cep. Si ricorda a proposito che questo Comitato ha raccolto oltre 400 firme per richiedere la realizzazione di un fontanello dì acqua pubblica nel quartiere di Riglione, in piazza D'Antona. Come confermato dall'amministrazione comunale quello che verrà realizzato a Riglione sarà un fontanello a pagamento, per questo abbiamo organizzato questo sit-in, nel rispetto delle norme dovute al Covid-19, per esprimere in maniera forte e convinta il nostro disappunto a questa scelta". 

"Dopo tutto questo tempo - hanno aggiunto dal Comitato - troviamo vergognoso che venga realizzato un fontanello che erogherà acqua a pagamento. Nel 2019 questa amministrazione aveva programmato di stanziare 30mila euro per i fontanelli pubblici, promessa poi disattesa nei fatti in quanto nessun fontanello è stato realizzato. I cittadini dei quartieri di Riglione ed Oratoio sembrano essere considerati cittadini di serie B: perché i due fontanelli esistenti, realizzati da Acque spa, sono gratuiti mentre quello che verrà realizzato in piazza d'Antona sarà a pagamento? Qual è il motivo della disparità? Non troviamo corretto che si sia deciso di non affidare ad Acque spa la realizzazione del nuovo fontanello ma si sia preferito fare un bando per la realizzazione da parte di una società privata che poi farà pagare l'acqua erogata". 

"Soprattutto in un momento di difficoltà economica riteniamo corretto aiutare le famiglie in difficoltà - hanno concluso - e quindi che l'erogazione dell'acqua sia gratuita per i fruitori. Inoltre ricordiamo che fontanelli hanno risvolti ambientali importanti in quanto disincentiva i cittadini a consumare bottiglie di plastica e sono un utile servizio ai cittadini dei quartieri, specialmente ai più anziani e a chi ha difficoltà a spostarsi con mezzi propri. Chiediamo un ripensamento dell'amministrazione comunale e che il 22 Marzo per la Giornata mondiale dell'acqua, si inauguri un fontanello di erogazione gratuita dell'acqua. Ancora una volta sosteniamo con forza che l'acqua erogata deve essere gratuita".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per i soccorsi è stato richiesto l'intervento dell'eliambulanza Pegaso. L'incidente attorno alle 11,30 in via Poggiberna, nei pressi di Pomaia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca