QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°26° 
Domani 25°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 agosto 2019

Attualità venerdì 05 aprile 2019 ore 15:04

La serie web che racconta le eccellenze digitali

Patrizio Roversi e Domenico Laforenza

"Digitali per caso": partita la serie web di Registro.it con Patrizio Roversi dedicata alle eccellenze digitali della piccola e media impresa italiana



PISA — In occasione del meeting annuale del Registro .it, l’anagrafe dei domini a marchio “.it”, è stata presentata la serie video web condotta da Patrizio Roversi e prodotta dal Registro “.it”. La serie attraversa l’Italia in dieci puntate per raccontare le storie di imprenditori che grazie al digitale sono riusciti a raggiungere nuovi clienti, aumentare le vendite e diventare più competitivi sul mercato come quello vinicolo, agro alimentare, turistico.

Condotta da Roversi e ispirata allo stile dei suoi show televisivi, “Digitali per Caso” attraversa il territorio nazionale in otto regioni per raccontare lestorie di chi, grazie alla rete, è stato in grado di reinventare la quotidianità e di valorizzare tradizioni antiche con successo. Storie che oggi rappresentano una fonte di ispirazione per altre aziende italiane ancora scarsamente o parzialmente digitalizzate.

Gli episodi - ciascuno della durata di circa 6-7 minuti - presentano realtà imprenditoriali del nostro quotidiano - pescato fresco, autoricambi, prodotti farmaceutici, produzioni vitivinicole e artigianali - apparentemente legate a doppio filo alla fisicità, al rapporto diretto con il cliente e al territorio che, tuttavia, è stato possibile rivoluzionare grazie a una mirata ed efficace presenza online. Le prime tre puntate sono on line sul sito https://www.nic.it.

Domenico Laforenza nella stessa occasione, ha tracciato il consuntivo dei suoi dieci alla guida del Registro “.it”. Nel 2008, l’Istituto di informatica e telematica del Cnr (Iit-Cnr) dove ha sede ed opera il Registro, contava 151 addetti. Dopo dieci anni, sono diventati 208. Tutte le più importanti rivoluzioni digitali che hanno attraversato il Paese negli ultimi dieci anni, hanno visto Laforenza tra i protagonisti come il passaggio al metodo sincrono per la registrazione dei nomi a dominio mandando in soffitta i vecchi fax. E poi il protocollo di sicurezza Dnssec per i server Dns. Alla sua guida, il Registro “.it” ha affiancato il Master in Cybersecurity e l’Osservatorio della Cyber Security del Cnr. Non sono mancate inoltre, le iniziative di solidarietà che hanno visto la donazione di computer e l’allestimento di sale di informatica nei centri colpiti da calamità naturale come a Paganica (Abruzzo), Rocchetta di Vara (Liguria) e Vernazza (Liguria). Sotto la sua guida, il Registro ha imboccato la strada dell’educazione digitale e della lotta al cyberbullismo incontrando con la Ludoteca ben 150 scuole per oltre 15mila studenti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Cronaca

Attualità