Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PISA14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Nave da crociera in fase di ormeggio finisce contro la banchina in Turchia

Politica giovedì 28 marzo 2024 ore 08:30

Pisa Patrimonio, "Blitz del centrodestra"

La Sala delle Baleari

Martinelli, Gionfriddo e Lacroce denunciano i metodi usati per la modifica dello Statuto: "Nessuna trasparenza e nessun coinvolgimento della città"



PISA — "Non si trattano con questa approssimazione la cultura e il patrimonio pubblico di Pisa". Con queste parole il gruppo della Città delle Persone in Consiglio comunale, costituito da Paolo Martinelli, Gianluca Gionfriddo ed Emilia Lacroce, ha votato a sfavore della modifica dello Statuto della Pisa Patrimonio, la società in house del Comune che si dovrà occupare della gestione di immobili di valenza culturale e dell'organizzazione di eventi.

"La Giunta ha fatto l'ennesima forzatura, con un passaggio frettoloso, privo di trasparenza e senza nessun coinvolgimento della città e del suo tessuto associativo e culturale - hanno dichiarato i consiglieri - con la modifica statutaria la Pisa Patrimonio si occuperà anche di eventi turistici e culturali e della gestione di strutture che potrebbero essere davvero strategiche: hanno infatti deciso di preparare la strada per affidare alla società luoghi come la Stazione Leopolda, gli Arsenali Repubblicani, il Parco della cittadella e altri".

"Una scelta così rilevante è stata assunta per l'ennesima volta dalla maggioranza di centrodestra con un blitz, senza l'adeguato approfondimento e confronto con le forze in Consiglio comunale e, soprattutto, con la città e con chi si occupa di cultura - hanno aggiunto - così, restano inevase molte domande fondamentali: quali sono le garanzie di valorizzazione degli immobili che passeranno in gestione, perché sono stati scelti proprio quelli e perché in blocco, senza gradualità e senza prevedere un monitoraggio degli effetti?".

Dopo aver proposto decine di emendamenti, alla fine, il gruppo di opposizione ha scelto di votare in modo contrario. "Abbiamo un'idea ben diversa di come si gestiscono questioni così importanti - hanno concluso i tre - e, per questo, chiediamo pubblicamente che si avvii velocemente un confronto aperto alla cittadinanza per una gestione trasparente e responsabile del patrimonio pubblico".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dalla creazione di un nuovo museo alla lastricatura delle strade: grandi progetti annunciati dall'Opera Primaziale Pisana per il prossimo futuro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Politica