QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°16° 
Domani 14°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 24 maggio 2019

Lavoro mercoledì 14 dicembre 2016 ore 15:09

Per la Ericsson chiesto lo sforzo della Regione

Antonio Mazzeo (Pd):"Serve sforzo ancora maggiore anche da parte della Regione, valutiamo vincoli dei finanziamenti pubblici erogati”



PISA — Lo stabilimento pisano della Ericsson continua a subire duri colpi: non possiamo permettere che questo polo d’eccellenza nella ricerca per le nuove tecnologie venga, irragionevolmente, pezzo dopo pezzo smantellato.

Serve uno sforzo ancora maggiore anche da parte della Regione Toscana a partire dalla richiesta agli uffici regionali di verificare i vincoli che pone la partecipazione al bando regionale al quale Ericsson ha partecipato per il finanziamento di un progetto di ricerca e sviluppo (denominato FI PI LI-3) da 3,5 milioni di euro e destinato proprio allo stabilimento pisano. 

Credo sia più che mai urgente valutare se i vincoli previsti da questo bando siano congrui con le scelte, a mio avviso incomprensibili, che l’azienda sta portando avanti. E proprio a fronte di quanto sta succedendo in questa vertenza credo che per il futuro dovremmo avere la forza di porre condizioni precise, soprattutto sul mantenimento dei livelli occupazionali, per le aziende che partecipano ai bandi regionali al fine di ottenere finanziamenti. Accanto a tutto questo, ovviamente, chiediamo che prosegue l’interlocuzione con l’azienda per trovare soluzioni alternative che mantengano gli attuali livelli occupazionali sul territorio di Pisa”. 

È quanto ha dichiarato Antonio Mazzeo consigliere regionale Pd, intervenendo in Aula a seguito della risposta della Giunta all’interrogazione “In merito alla salvaguardia dei livelli occupazionali delle sede di Pisa dell’azienda Ericsson”, sottoscritta anche da Alessandra Nardini e Andrea Pieroni.

Nei giorni scorsi la multinazionale, che ha una sede a Pisa all'interno della area di ricerca del Cnr, ha annunciato il trasferimento di 26 unità lavorative a Genova, di fatto smantellando la realtà locale.

La Regione Toscana ha subito replicato ribadendo "Il proprio impegno contro il ridimensionamento del sito pisano di Ericsson Italia e lo spostamento di 26 unità dalla sede di Pisa a Genova". 

Lo afferma una nota precisando che "Dagli uffici è stato sollecitato un incontro tra il presidente Enrico Rossi e l''amministratore delegato di Ericsson per affrontare direttamente la questione".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Attualità

Elezioni