Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:40 METEO:PISA18°31°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Cronaca sabato 28 marzo 2020 ore 10:06

Prefettura, cabina di regia e controlli

Cabina di regia e controlli per la prosecuzione delle attività economiche consentite. Il ruolo ricoperto dalla Prefettura



PISA — Il Prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo, ha impartito "specifiche direttive" per l’attuazione dei decreti del presidente del Consiglio che hanno deciso lo stop di una serie di attività produttive e commerciali per l'emergenza coronavirus.

Alle Prefetture, infatti, è assegnata la "valutazione sulla sussistenza delle condizioni attestate dagli operatori economici nelle comunicazioni di prosecuzione di alcune attività ulteriori rispetto a quelle già direttamente consentite"

Il Prefetto ha insediato un gruppo di lavoro congiunto tra Prefettura, Camera di Commercio, Vigili del fuoco e Forze di Polizia per l’esame delle domande.

Ad oggi, sono circa 700 le istanze già inviate in Prefettura.

“Il Gruppo di lavoro – precisa il Prefetto Castaldo – si riunirà in videoconferenza più volte al giorno, valutando con la massima attenzione le domande, ai fini dell’imprescindibile esigenza di salvaguardia della salute pubblica e della continuità dei processi produttivi, nonché della garanzia dei livelli occupazionali e delle condizioni di lavoro dei dipendenti. Ho avviato sul tema una interlocuzione con le parti sociali – rappresentanti delle categorie produttive e sindacati dei lavoratori – per acquisire segnalazioni e ogni utile elemento di conoscenza. Con i soggetti il confronto sarà costantemente rinnovato, come pure il concorso degli enti territoriali, al fine di definire i casi più complessi”.

Controlli serrati sull’osservanza dei due decreti saranno delegati alle Forze dell’ordine, alle Polizie locali e ai competenti uffici per la verifica delle condizioni di sicurezza nelle aziende.

Chiedo la collaborazione di tutti gli operatori e delle parti sociali – conclude il Prefetto - nel segnalare le situazioni anomale o le fattispecie in cui emerga la carenza di presupposti o condizioni per proseguire l’attività”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna viaggiava in sella ad uno scooter quando si è scontrata con un'auto all'altezza di Madonna dell'Acqua. Intervenuta la Misericordia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità