Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PISA13°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Festa Leclerc: tutti in acqua dopo il trionfo, tuffo anche per il team principal

Attualità martedì 17 gennaio 2023 ore 13:00

Sant'Anna, oltre 20 milioni di euro per la ricerca

La Scuola Superiore Sant'Anna

Finanziamento da 16 milioni del Ministero e stanziamento di risorse proprie: un investimento in qualità e personale tra dottorandi, tecnici e docenti



PISA — I Dipartimenti di eccellenza della Scuola Superiore Sant'Anna fanno centro. Per il secondo ciclo di finanziamento, che fa riferimento al quinquennio 2023-2027, l'istituto pisano ha infatti ottenuto l'ok dal Ministero dell'Università e della Ricerca a entrambe le proposte per la classe di Scienze sociali e quella di Scienze sperimentali.

In poche parole, i due Dipartimenti d’eccellenza, selezionati a livello nazionale per la qualità della ricerca, riceveranno un sostanziale sostegno finanziario che, come già accaduto nel primo ciclo, beneficerà in maniera trasversale tutte le strutture di ricerca della Scuola Superiore Sant'Anna.

"In questo periodo di forti investimenti sulla ricerca grazie ai fondi Pnrr questo doppio risultato era tutto tranne che scontato - ha commentato la prorettrice vicaria e delegata alla ricerca, Arianna Menciassi - la stessa possibilità di candidatura è collegata agli ottimi risultati ottenuti sia nella tornata precedente dei Dipartimenti di eccellenza, sia nella valutazione della qualità della ricerca. I due Dipartimenti uniscono alla profondità scientifica delle tematiche una spiccata attenzione a problemi di forte attualità, caratteristica fondamentale per attrarre talenti internazionali".

In totale, il Ministero ha stanziato oltre 16 milioni di euro, suddivisi appunto tra la classe di Scienze sociali (Economia, Management e Giurisprudenza) e quello della classe di Scienze sperimentali (Ingegneria e Informatica, Scienze Agrarie e Biotecnologie, Scienze Mediche). A questo finanziamento, poi, si aggiungeranno circa 7,8 milioni di euro di risorse interne.

Nel complesso, questa cifra sarà utilizzata per potenziare il sistema della ricerca, con il reclutamento di personale docente, di ricerca e tecnico e con la realizzazione di nuove infrastrutture. Inoltre, verranno sostenute borse di dottorato aggiuntive.

Sul fronte del personale, nei prossimi 5 anni, per il Dipartimento di Scienze sociali sono previsti il reclutamento di un docente, 4 ricercatori che avranno la possibilità di diventare professori associati in caso di valutazione positiva, 2 tecnici e l’attivazione di 8 posizioni post-dottorali attraverso contratti di ricerca. Sul fronte della didattica, saranno invece attivate 20 borse di dottorato distribuite su quattro diversi programmi disciplinari e interdisciplinari.

Infine, per il Dipartimento di Scienze sperimentali, nello stesso periodo, sono previsti il reclutamento di 2 professori associati, 4 ricercatori che, anche qui, avranno la possibilità di diventare professori, 3 tecnici e l’attivazione i 3 posizioni post-dottorali attraverso contratti di ricerca. Inoltre, saranno attivate 15 borse di dottorato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I Nas riscontrano pessime condizioni igienico sanitarie in un ristorante: è scattata immediatamente la chiusura del locale da parte dell'Ausl
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità