Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PISA21°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 04 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, si stacca un seracco di ghiacciaio a Punta Rocca: il video del crollo

Cronaca giovedì 24 gennaio 2019 ore 17:41

Sgomberato appartamento occupato abusivamente

La Municipale interviene per sgombrare un appartamento di edilizia popolare occupato abusivamente. Controlli anche in zona stazione



PISA — Nella giornata di ieri mercoledì, alle prime ore del mattino, la polizia municipale è intervenuta in zona Stazione – San Giusto per liberare un appartamento di edilizia residenziale pubblica, dopo che il legittimo assegnatario aveva da tempo denunciato la violazione di domicilio. La polizia giudiziaria, entrata nell’appartamento con le chiavi dell’assegnatario, ha subito individuato la stanza chiusa a chiave, dove si era chiusa l’occupante. Dopo ripetuti inviti ad aprire, si è presentata una donna, poi identificata e risultata essere senza fissa dimora, che è stata invitata a lasciare l’appartamento e a liberarlo dai suoi effetti personali. L’assegnatario dell’appartamento ha così ripreso possesso dell’immobile, dietro invito degli agenti a sostituire le chiavi del portone di ingresso.

“Esprimiamo la nostra soddisfazione – dichiarano l’assessore alle politiche sociali e abitative Gianna Gambaccini e l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno - per la brillante operazione svolta dalla Polizia Municipale che, coordinandosi con i due assessorati, ha lavorato per alcuni mesi a questo caso, risolvendo una situazione divenuta intollerabile per gli abitanti degli alloggi di edilizia residenziale pubblica della zona, dai quali l’assessore Gambaccini aveva ricevuto numerose segnalazioni, grazie anche all’intervento della consigliera comunale Veronica Poli”.

 Durante un controllo effettuato nel pomeriggio di ieri in zona Stazione, una pattuglia della Municipale ha fermato un automobilista di cittadinanza romena che viaggiava su un auto con targa straniera. Durante i controlli gli agenti hanno subito notato delle anomalie nei documenti dell’automobilista e hanno verificato, grazie alla strumentazione in possesso del Comando per l’analisi documentale, che la patente romena esibita era un documento falso. L’uomo è stato dunque accompagnato in Questura per l’identificazione e la conseguente denuncia per falso, oltre alla contestazione per la guida senza patente. 5mila euro la sanzione ricevuta, più il fermo del veicolo con affidamento in depositeria, per tre mesi.

“In zona Stazione e in tutto il centro storico – dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno - prosegue l’impegno dell’Amministrazione per ristabilire il controllo del territorio e contrastare le situazioni di illegalità. Gli agenti della Polizia Municipale sono impegnati in controlli a tappeto nelle aree più critiche della città. Come dimostra l’aumento dei controlli nei confronti di auto con targa straniera, il Decreto Sicurezza varato dal governo offre un’efficace arma in più a disposizione delle forze dell’ordine per effettuare un’operazione più capillare ed efficiente di vigilanza sul territorio cittadino. ”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Meno tamponi rispetto al bollettino precedente e più di 100 nuovi contagi in meno. Nel Pisano il tasso d'incidenza rimane tra i più alti della Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Leonella Simoni Ved. Polidori

Sabato 02 Luglio 2022
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità