Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:PISA16°29°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 28 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lectio magistralis del ct Mancini: «L'allenatore con la sua leadership influenza il successo del team»

Cronaca lunedì 07 giugno 2021 ore 13:54

Si addormenta alla stazione e gli rubano lo zaino

Auto della polizia presidiano la Stazione di notte

Il fatto è avvenuto in piena notte. Poco dopo una Volante della Questura ha fermato due uomini, per uno di loro è scattato il rimpatrio



PISA — Attorno alle 4 di questa una pattuglia della Squadra Volanti in via Corridoni ha sottoposto a controllo due uomini, che alla vista della polizia avevano cercato di allontanarsi in direzione di una traversa interna. Entrambi erano noti ben noti agli agenti.

Il primo italiano è sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, impostagli dall’Ufficio di Sorveglianza di Pisa perché ritenuto socialmente pericoloso; pertanto, oltre alla contravvenzione amministrativa per aver violato a quell’ora il coprifuoco imposto dalla normativa anti-Covid, verrà segnalato all’autorità giudiziaria per aver violato le disposizioni impartitegli di non allontanarsi dal domicilio in tempo di notte, dalle 21 alle 7, e di non frequentare pregiudicati.

L’altro fermato, un cittadino marocchino 31enne con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato immediatamente riconosciuto dai poliziotti come l'uomo che circa un’ora prima si era reso responsabile del furto di uno zaino in danno di un viaggiatore residente a Roma, che intorno alle 3, nell’attesa del primo treno utile alla stazione di Pisa Centrale, si era assopito su di una panchina lasciando così incustoditi i propri effetti personali.

L’extracomunitario è stato portato in Questura dove, sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di parte della refurtiva contenuta nello zaino, un paio di orecchini in argento e madreperla e un manufatto artigianale in legno. Inoltre, i poliziotti con l’ausilio dei colleghi della Polfer, hanno acquisito le immagini salienti del furto, che hanno restituito la riprova che il fermato era l’autore.

Essendo trascorsa la flagranza, il reo è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato, nonché multato per violazione della normativa anti-Covid. Ma non ha riacquistato comunque la libertà, perché essendo risultato irregolare sul territorio nazionale è stato trattenuto per perfezionare la procedura di espulsione dal territorio nazionale.

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha concesso alla Questura un posto presso il Centro di Permanenza e Rimpatrio di Torino, dove nel primo pomeriggio, terminate le formalità di rito, il giovane marocchino verrà accompagnato da una pattuglia della Questura, da dove verrà definitivamente rimpatriato in Africa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Pisa e provincia assediate dal temporale. Il forte vento ha sradicato alberi e danneggiato i tetti di alcune abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Elezioni