Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PISA15°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 24 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il climber sulla Madonnina: i selfie folli a 108,5 metri

Attualità mercoledì 24 aprile 2024 ore 07:30

Skinsource, un progetto per recuperare il tatto

Ricercatori dell'Università di Pisa hanno realizzato uno studio per permettere di recuperare il senso del tatto attraverso le vibrazioni della pelle



PISA — Uno studio congiunto dell'Università di Pisa e di quella di Santa Barbara, in California, ha messo a punto il progetto Skinsource, uno strumento che permette di ottenere sensazioni tattili per gli arti superiori, in risposta alla misurazione e modellazione delle vibrazioni della pelle.

Lo strumento ha suscitato grande entusiasmo nella comunità scientifica internazionale, ed è per questo stato insignito del riconoscimento Best Paper Award all'IEEE Haptics Symposium, importante conferenza mondiale del settore dell'aptica.

"Il senso del tatto - ha spiegato Matteo Bianchi, docente di Robotica al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione - è il più complesso e diffuso in tutto il corpo. Le nostre sensazioni tattili dipendono non solo dai recettori locali della pelle, ma anche da diversi altri fattori, come le vibrazioni che si diffondono attraverso la mano e il braccio nel momento in cui tocchiamo un oggetto. Il tatto è un senso chiave sia per la propriocezione, ovvero la capacità di percepire il nostro corpo come collocato nello spazio, sia per l’esterocezione, cioè la capacità di capire le proprietà fisiche degli oggetti. Insomma, è con il tatto che sappiamo se siamo in una posizione stabile, se stiamo tenendo un bicchiere di carta abbastanza dritto da non rovesciarlo, ma abbastanza delicatamente da non stritolarlo".

"Il nostro dispositivo è in grado di predire l’estensione e l’intensità delle vibrazioni che si trasmettono lungo gli arti superiori a seguito di differenti tipi di stimoli di forza localizzati, in modo accurato - ha concluso - il toolbox è open-source ed è quindi a disposizione di tutta la comunità scientifica che ne vuole fare uso. Proprio questo aspetto, data la complessità e la difficoltà di riprodurre in modo affidabili le sensazioni tattili, è stato accolto con grande entusiasmo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lo scontro con un anziano che stava attraversando, le ferite gravissime e il ricovero in rianimazione: dopo giorni di agonia si è sento a Cisanello
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Attualità

Politica